Calcio, la Roma esce a testa alta dall’Europa League

Sarà Manchester United-Villareal la finale, che si giocherà a Danzica, dell’Europa League. Nelle gare di ritorno la Roma ha battuto gli inglesi 3-2 (all’andata  era finita 6-2 per i Reds) mentre gli spagnoli hanno pareggiato 0-0 sul campo dell’Arsenal (all’andata era finita 2-1 per gli iberici). I gol del match all’Olimpico: nel primo tempo Cavani al 39′; nel secondo tempo: Dzeko al 12′, Cristante al 15′, Cavani al 23′ e Zalewski al 38′. Io credevo fosse possibile arrivare in finale anche giocando contro il Manchester United. Oggi abbiamo dimostrato che era possibile”. Lo ha detto Paulo Fonseca a Sky Sport, dopo l’eliminazione dall’Europa League. Poi, il portoghese è tornato sulla propria esperienza nella Capitale: “Non ho mai pensato alle dimissioni. Non sono uno che si arrende. Mourinho? Mi ha scritto, con me è stato molto corretto, ma non credo abbia bisogno dei miei consigli”. Infine, una battuta sulla prestazione di Darboe: “Si era allenato bene e ho avuto il dubbio se farlo giocare dall’inizio. Ha giocato bene sembrava avere molta esperienza”. Il Villarreal è l’altra finalista dell’Europa League: gli spagnoli sfruttano la vittoria conquistata all’andata sull’Arsenal e, sul terreno dell’Emirates Stadium, pareggiano senza gol. Grossa rivincita per l’allenatore Unai Emery, giunto alla guida del Villarreal proprio dopo essere stato esonerato dall’Arsenal: lo spagnolo si conferma lo specialista del secondo torneo europeo, dopo averlo vinto per tre volte sulla panchina degli andalusi del Siviglia. Inutile l’assalto dei ‘Gunners’ alla porta del ‘Sottomarino giallo’, soprattutto nel secondo tempo. Pierre-Emerick Aubameyang è stato pericoloso in un paio di circostanze, ma non è bastato per superare il portiere Rulli. E, quando non ci ha pensato l’estremo difensore degli spagnoli, è stato il palo a negare il gol-qualificazione alla formazione londinese. Il Villarreal va in finale, per l’Arsenal la stagione si può considerare davvero fallimentare.