“Rifiuti, altro che Comune virtuoso”

Riceviamo e pubblichiamo – “Leggendo il vostro articolo sul giornale di oggi in merito a “Cerveteri Comune Virtuoso” sono rimasto senza parole. Sicuramente il Notiziario del TG2 non si è documentato bene o si è documentato solo parzialmente su come viene vissuta dai Cittadini del Comune l’attuale raccolta differenziata dei rifiuti, ovviamente l’Assessora non può fare altro che decantare sorprendenti risultati. Senza inoltrarmi nell’organizzazione dello smaltimento rifiuti del Comune di Cerveteri nella sua interezza (vi basti pensare che chi fruisce della seconda casa nei week-end se vuole fare “il virtuoso” sul serio, deve portarsi via i rifiuti perché il servizio di ritiro non è previsto come non sono previsti per quei giorni punti per la raccolta differenziata, con tutto che la TARI non è proprio economica), ma torniamo all’argomento dello smaltimento dell’olio vegetale esausto tanto pubblicizzato nell’intervista che è solo in parte quello che si può e si deve fare, peccato però che si sono dimenticati dell’olio motore esausto(spero non volutamente) infatti nell’Isola Ecologica del Comune non è previsto nessun contenitore di raccolta come ha risposto ossequiosamente il Sindaco Alessio Pascucci ad una mia richiesta per e-mail, che per inciso era indirizzata anche all’Assessora Gubetti che non si è degnata neanche di rispondere. Oltre alla legislatura che regola lo smaltimento dell’olio motore esausto, in questi giorni assistiamo anche ad una pubblicità del Governo in merito all’argomento e non mi sembra che il Comune di Cerveteri stia dalla parte dei “virtuosi”… Non è tutt’OLIO quello che luccica!” Queste le parole del sig. Massimo Inghes da Marina di Cerveteri.