Milano, sequestrati 9 milioni di euro ad un’impresa di macchinari per l’industria della plastica

La Guardia di Finanza in provincia di Pavia
Un sequestro d’urgenza per oltre 9 milioni di euro è stato eseguito stamani dal Nucleo di polizia economico finanziaria della Gdf di Milano, in un’inchiesta del pm Paolo Storari, per frode fiscale e riciclaggio transnazionale in ‘paradisi fiscali off shore’ a carico di un’impresa con sede in provincia di Varese, Omipa spa, attiva nel settore della fabbricazione di macchinari per l’industria della plastica. L’impresa aveva trasferito all’estero parte dei propri ricavi per sottrarli al fisco italiano e poi dirottarli su conti off-shore, attraverso un sofisticato meccanismo di frode fiscale, attuato con l’interposizione fittizia e utilizzo strumentale di ‘limited companies’ in Inghilterra e nelle British Virgin Islands, che hanno consentito alla società di evadere imposte per oltre 9,5 milioni di euro tra il 2010 e il 2018. Due gli indagati e nell’ambito dell’indagine anche perquisizioni nei mesi scorsi a Londra, in Lussemburgo e a Lugano.