Risolto il problema mensa alla Melone, si torna a mangiare al 95% al Vannini

Parte domani il servizio mensa alla Corrado Melone e al 95% i bambini torneranno a mangiare al Teatro Vannini. Sembra finalmente essere stato sciolto il nodo sul caso mensa sollevato dal dirigente scolastico Riccardo Agresti dopo l’annuncio prima dell’assessore alla scuola Fiovo Bitti e poi dal sindaco di Ladispoli, Alessandro Grando, relativamente all’agibilità della struttura. Il dirigente scolastico aveva spiegato come il polifunzionale non era stato più concesso a causa di problemi di infiltrazione d’acqua dal tetto, vicino al quadro elettrico. E così, dopo l’annuncio e la decisione da parte della giunta di concedere temporaneamente la sala per la refezione scolastica (che sarà effettuata anche all’interno della sala refezione realizzata all’interno della Fumaroli) aveva chiesto al suo RSPP di verificare che la documentazione inviata dall’amministrazione fosse sufficiente a garantire la sicurezza della struttura.  «Secondo quanto riferito dal nostro responsabile – ha spiegato il dirigente Agresti – la documentazione inviataci non è sufficiente a poter effettuare il servizio di refezione scolastica all’interno del Vannini». Motivo per il quale il dirigente scolastico avrebbe notificato la situazione all’amministrazione comunale chiedendo un’assunzione di responsabilità. «L’Assessore ha detto che risolverà lui il problema assumendosi la responsabilità». In quel caso, dunque, già oggi la Cir (la ditta che si occupa del servizio di refezione scolastica) procederà con la pulizia dei locali e i bambini da domani potranno effettuare il tempo pieno, pranzando regolarmente all’interno del Vannini. In caso contrario, si andrà in palestra.
AGGIORNAMENTO del 22.09.2021 ore 17.18

Bitti: “Con la partenza del servizio mensa l’attività scolastica è ormai a pieno regime”

“In questi giorni, con la partenza del servizio mensa, l’attività scolastica è ormai a pieno regime”. Con queste parole l’assessore alla pubblica istruzione Fiovo Bitti ha commentato i primi giorni dell’anno scolastico. “Sono state settimane complicate – ha proseguito Bitti – durante le quali l’Amministrazione comunale ha lavorato a stretto contatto con i dirigenti scolastici dei quattro istituti comprensivi della nostra città, che ringraziamo per la collaborazione, con l’obiettivo di trovare sempre la migliore soluzione possibile per ridurre il disagio degli studenti e delle studentesse, delle loro famiglie e del personale che nelle scuole lavora. Tornando alla mensa, l’aggiornamento del sistema informatico ha generato, in un certo numero di casi, un disservizio nella registrazione dei pagamenti. La situazione, fortunatamente, sta tornando alla normalità. Entro pochi giorni, i genitori, che ancora non lo hanno fatto, potranno formalizzare l’iscrizione dei propri figli. È bene ricordare che a nessun bambino o bambina potrà essere impedito di mangiare, anche in assenza di formale iscrizione. Ogni comunicazione differente da questa è da intendersi priva di fondamento. Entro l’inizio di ottobre – ha concluso Bitti – sarà anche attivato uno sportello al pubblico per i casi più complessi relativi a presunti mancati pagamenti pregressi. Da ultimo si ricorda di comunicare alla Cirfood la necessità di fruire di diete speciali per questioni di salute o di ordine etico o religioso”.