test
sabato, Giugno 15, 2024

Al via domani a Roma il processo per l’omicidio di Giulio Regeni: gli imputati sono tutti assenti

Il nodo dell’assenza degli imputati sarà il primo da sciogliere in apertura del processo per l’omicidio di Giulio Regeni. Il 14 ottobre, data fissata per la prima udienza, nell’aula bunker di Rebibbia, la Terza Corte d’Assise inizierà i lavori valutando le ragioni dell’assenza dei quattro 007 egiziani imputati. Tariq Sabir, Athar Kamel Mohamed Ibrahim, Uhsam Helmi e Magdi Ibrahim Abdelal Sharif, sono tutti accusati di sequestro di persona, mentre Abdelal Sharif risponde anche di lesioni e concorso nell’omicidio del ricercatore friulano ucciso nel 2016 a Il Cairo. Solo se verrà stabilito che i quattro si sono “volontariamente sottratti”, il giudizio potrà entrare nel vivo. In aula ci saranno anche i genitori del ricercatore, Paola e Claudio Regeni, che da quasi sei anni si battono perché venga fatta piena luce sulla morte del figlio. Come nell’udienza preliminare, la prima questione all’attenzione dei giudici sarà dunque quella dell’irreperibilità e la mancata notifica agli imputati, dei quali le autorità egiziane non hanno mai fornito gli indirizzi utili a dare notizia degli atti del processo.
Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli