domenica, Maggio 26, 2024

Servizi di igiene urbana, confermata l’assemblea sindacale dei lavoratori

Le tredicesime dei dipendenti del servizio di igiene urbana sono finalmente arrivate a destinazione. Ad annunciarlo è l’assessore all’Ambiente, Elena Gubetti. Ma le tredicesime non sono arrivate a tutti. Ad aver ottenuto l’emolumento per intero sono stati i lavoratori di ASV mentre quelli di MSA si sono visti arrivare solo il 50% di quanto spettava loro. “Resta l’amaro in bocca – ha detto – perché sicuramente l’azienda avrebbe potuto far passare un Natale più sereno a tutti”, soprattutto in un momento in cui i dipendenti devono affrontare già altre problematiche. A denunciare il ritardo degli emolumenti, nei giorni precedenti il Natale, erano state le organizzazioni sindacali che avevano annunciato lo stato di agitazione da parte dei lavoratori (non solo per le tredicesime in ritardo ma anche per altre problematiche ancora da risolvere). Alla fine però, i soldi sono finalmente arrivati, grazie anche alla mediazione da parte dell’amministrazione comunale “perché era inaccettabile – ha spiegato Gubetti – vedere i lavoratori e le loro famiglie private di un diritto così importante”. Ora, però, sul tavolo restano ancora diverse criticità che l’amministrazione comunale sta affrontando insieme ai sindacati e all’azienda che dovrà sicuramente onorare i suoi impegni. Bene dunque l’arrivo delle tredicesime per i lavoratori del servizio di igiene urbana, ma le criticità restano. A dirlo è il coordinatore Fiadel Igiene Urbana, Luigi Palmacci che mette alcuni puntini sulle “i”. Ad oggi, infatti, “per i lavoratori alle dipendenze di MSA è stata erogata solo parte di quanto spettante, mentre i lavoratori transitati dalla ASV a MSA nel mese di novembre hanno ricevuto la quota spettante che dovevano avere da ASV, ma sono anche loro ancora in attesa di quanto dovuto dalla società subentrata”. Il coordinatore ringrazia l’amministrazione per l’intervento nei confronti delle società a sostegno dei lavoratori ma si dice “perplesso e amareggiato per il comportamento tenuto fino a oggi dai responsabili di MSA”. Resta intanto confermata per domani l’assemblea sindacale con tutti i lavoratori per decidere le modalità con cui proseguire “nell’azione volta al riconoscimenti dei diritti maturati e non riconosciuti da quest’ultima società, già oggetto delle precedenti rivendicazioni rimaste inevase”.
Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli