lunedì, Maggio 20, 2024

Guerra in Ucraina, in Russia il governo ha oscurato tutti i social tra cui Facebool e Twitter

Per chi vive in Russia potrebbe essere sempre più difficile capire cosa sta accadendo in Ucraina e non cadere vittima della propaganda del Cremlino. Nel Paese sia Facebook che Twitter sono stati bloccati, alcuni giornali sono stati chiusi e altri sono costretti ad autolimitarsi. La censura non risparmia nemmeno le testate straniere: in alcuni casi, l’accesso ai siti risulta bloccato. Una stretta sui media che “nasce dalla necessità urgente dettata da una guerra di informazione senza precedenti contro la Russia”, ha detto il portavoce della presidenza Dmitry Peskov. Già prima del conflitto, la Russia era uno dei Paesi con minore libertà di stampa nel mondo. Reporters Without Borders la posizionava al 150esimo posto su 179. Nell’ultima settimana la situazione è ulteriormente peggiorata sia per alcuni provvedimenti presi da Roskomnadzor, l’agenzia statale delle comunicazioni, sia per l’approvazione di una bozza di legge che criminalizza la diffusione di presunte “notizie false” sulle operazioni militari.
Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli