lunedì, Maggio 20, 2024

Guerra in Ucraina, McDonald’s, Coca-Cola e Starbucks sospendono le attività in Russia

McDonald’s, Coca-Cola, Pepsi e Starbucks sospendono le attività in Russia. McDonald’s ha deciso di chiudere temporaneamente tutti i suoi ristoranti nel Paese, 850 fast food. Lo ha annunciato l’amministratore delegato Chris Kempczinski, spiegando che l’azienda ”continuerà a pagare i 62mila dipendenti che hanno lavorato con il cuore e con l’anima per il marchio”. Kempczinski ha spiegato che ”i valori in cui crediamo ci portano a non poter ignorare l’inutile sofferenza umana che si sta verificando in Ucraina”. Impossibile, ha aggiunto il Ceo, prevedere quando i ristoranti riapriranno. Anche Starbucks ha annunciato che verranno sospese tutte le sue attività commerciali in Russia, compresa la spedizione dei suoi prodotti e i suoi bar gestiti da terzi. “Condanniamo gli orribili attacchi della Russia in Ucraina e siamo solidali con tutte le persone colpite – ha affermato il Ceo di Starbucks Kevin Johnson – Continuiamo a monitorare i tragici eventi e oggi abbiamo deciso di sospendere tutte le attività in Russia, inclusa la spedizione di tutti i prodotti Starbucks”.
Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli