Lo stemma del Comune in ceramica artistica di Deruta splende su Palazzo del Pincio

Il nostro emblema a suggello di un ulteriore passo verso una partnership territoriale importante. Da ieri mattina la facciata di Palazzo del Pincio è infatti abbellita da una ceramica artistica, raffigurante lo stemma comunale, donata dal Sindaco di Deruta, Michele Toniaccini, al Sindaco di Civitavecchia, Ernesto Tedesco, in occasione dei recenti festeggiamenti in onore della Patrona della Città portuale, Santa Fermina. Nella stessa giornata del 28 aprile scorso, è stata firmata la Lettera d’intenti che riprende il protocollo d’intesa sottoscritto dai due Comuni nel 2018. Nel nuovo documento, le due Amministrazioni hanno rinnovato la loro volontà di dare concreta attuazione al protocollo denominato “Una vetrina sul mondo per la ceramica di Deruta”, impegnandosi a mettere in campo ogni azione necessaria per rendere operativo l’accordo e ad organizzare eventi e manifestazioni che abbiano lo scopo di dare rilievo alla peculiarità della cultura e dell’arte ceramica, favorendo ed incrementando i flussi turistici dei due territori. Come spiegano il Sindaco Tedesco e l’Assessore al Turismo, Emanuela Di Paolo: “Il bellissimo stemma in ceramica che ora campeggia su Palazzo del Pincio rappresenta il primo segno concreto di un sodalizio destinato a crescere nel tempo, oltre che la testimonianza dell’indubbio valore artistico delle creazioni degli artigiani derutesi. Questo primo tassello di un mosaico più grande, dimostra come IL Comune di Civitavecchia possa diventare vetrina della ceramica artistica e quindi del territorio di Deruta, arricchendo al contempo la nostra città. Ringraziamo sinceramente il Sindaco Toniaccini ed i formidabili artigiani del suo Comune”.
AGGIORNAMENTO del 16.05.2022 ore 19.53

“Basta slogan falsi, la Biblioteca Cialdi è regolarmente aperta”

Venerdì pomeriggio si è svolta a Civitavecchia una manifestazione di un’associazione studentesca, Rete degli Studenti Medi, durante la quale sono state diffuse notizie che non rispondono a realtà. In particolare, è stato detto e ripetuto che la Biblioteca Alessandro Cialdi è «immotivatamente chiusa da due anni». Semplicemente, non è vero: a dispetto di questi slogan, che circolano anche sui social, la biblioteca è regolarmente aperta tutti i giorni della settimana dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 13.30, oltre che dalle ore 15.30 alle ore 17.30 del martedì e giovedì pomeriggio. Spiegano da Palazzo del Pincio: «Subito dopo il lockdown, tutte le attività sono tornate fruibili, compresa la consultazione e il prestito dei libri. Abbiamo svolto anche diversi incontri di lettura e quelli con le scuole sono frequentatissimi dagli studenti. Abbiamo concluso questa settimana un seguitissimo ciclo di 17 conferenze, organizzato in collaborazione con il Museo Nazionale archeologico dal titolo “I giovedì dell’archeologia”, che ha sempre ottenuto il tutto esaurito. Le sale studio non sono ancora state aperte a causa della carenza di personale, ma per tutto il resto la biblioteca è in piena attività». Come è noto, negli anni scorsi, anche precedentemente all’inserimento dell’attuale Amministrazione in carica, circa cento dipendenti del Comune di Civitavecchia sono andati in pensione ma la precedente amministrazione, invece di assumerne di nuovi, per molto tempo ha preferito “sopravvivere”, ignorando le richieste degli Uffici, che chiedevano di porre rimedio. Tale fuoriuscita ha riguardato, in particolar modo, la biblioteca Comunale. Questa Amministrazione, invece, ha avviato un’importante politica di assunzioni, inserendo altresì in bilancio soluzioni che garantiranno in breve tempo la riapertura anche delle sale studio, considerato che la biblioteca  è un bene di tutta la cittadinanza e un tesoro per i giovani. Una politica finalmente lungimirante, che consentirà, dopo aver ristrutturato gli Uffici comunali rimasti maggiormente carenti di risorse umane, di alimentare anche l’amatissima biblioteca comunale. «Tutti questi chiarimenti” spiegano, «avremmo voluto fornirli direttamente a Rete degli Studenti Medi, che ha organizzato l’assemblea di venerdì, i cui rappresentanti, invitati per le vie brevi dal Direttore competente ad un incontro fissati per giovedì pomeriggio, hanno preferito invece declinare l’invito. Cogliamo l’occasione per invitare la collettività “no users” al tesseramento gratuito da attivarsi presso la biblioteca nei giorni e negli orari sopra descritti per prendere consapevolezza delle numerose novità che sono state introdotte in questi ultimi anni, nonché ad iscriversi al canale  istituzionale telegram di cui abbiamo già dato notizia nei giorni scorsi».
AGGIORNAMENTO del 16.05.2022 ore 20.05

Manifestazioni nel week end, l’ass. Vitali: “Bilancio positivo”

Fine settimana di rilancio per l’immagine ricettiva della città. Numerose le manifestazioni, sia di iniziativa pubblica che privata, che hanno spinto le famiglie civitavecchiesi e i visitatori a frequentare le vie del centro. Per quanto riguarda l’evento “Città in festa” organizzato dall’Amministrazione comunale, come spiega l’Assessore al Commercio, Dimitri Vitali, “Il bilancio è positivo: l’offerta di eventi ha generato partecipazione da parte della cittadinanza e ci sono stati riscontri per tutti gli esercizi commerciali dislocati nel centro. Ho avuto modo di confrontarmi con i vertici locali delle associazioni di categoria e in particolare da Confcommercio ci dicono di un sold out generalizzato, in particolare nelle attività di refezione: qualcosa che non si registrava da tempo. Con l’allentamento delle restrizioni, dobbiamo assolutamente pensare ad un’estate di ripresa e di ripartenza. Ed è quello che stiamo facendo, programmando altre iniziative, per dare ossigeno a tutto il settore del commercio”, conclude Vitali.