venerdì, Aprile 19, 2024

Allarme della Cina: in Ucraina rischio catastrofe nucleare a Zaporizhzhia più devastante di Fukushima 

Il rappresentante permanente della Cina presso le Nazioni Unite, Zhang Jun, ha espresso “profonda preoccupazione” per le attività belliche che hanno coinvolto la centrale nucleare ucraina di Zaporizhzhia, affermando che c’è il rischio di un incidente nucleare peggiore di quello che avvenne alla centrale di Fukushima e ha promesso che Pechino “giocherà sempre un ruolo costruttivo”. “La Russia ha ancora una volta superato il limite e toccato il fondo nella storia mondiale del terrorismo”. Lo afferma il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, nel suo ultimo messaggio alla nazione. “Quello che sta accadendo intorno alla centrale nucleare di Zaporizhzhia e’ uno dei più grandi crimini della Russia” ha aggiunto sottolineando come “nessuno aveva mai usato una centrale nucleare per minacciare, in modo cosi’ sfacciato, il mondo intero e porre determinate condizioni”. L’Agenzia Internazionale dell’Energia ha rilevato nel suo rapporto di agosto che la produzione petrolifera russa è stata inferiore di 310.000 barili al giorno rispetto ai livelli prebellici, mentre le esportazioni totali di petrolio sono diminuite di 580.000 barili al giorno. L’agenzia cita l’invio del petrolio russo verso l’India, la Cina e la Turchia come modo per compensare le minori esportazioni verso Europa, Stati Uniti, Giappone e Corea. Inoltre, “l’aumento stagionale della domanda interna russa ha mitigato le perdite a monte”, si legge nel rapporto.
Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli