test
giovedì, Giugno 20, 2024

Roma, il poliziotto che ha travolto e ucciso un 20enne scrive ai genitori: “Mi inginocchierei ai piedi per chiedervi perdono”

Nel corso dell’udienza di convalida dell’arresto, il poliziotto arrestato per omicidio stradale per aver travolto e ucciso a Roma un 20enne ha depositato una lettera per chiedere perdono. Oggi il gip di piazzale Clodio ha accolto la richiesta del pm Mario Palazzi disponendo il carcere per il 46enne indagato, che era risultato positivo ai test di droga e alcol. “Mi inginocchierei ai piedi per chiedervi perdono. Ho paura, so che voi ne avete più di me. Ho sbagliato, cavolo ho sbagliato. Avrei voluto morire io. Dovevo morire io”, scrive l’uomo difeso dall’avvocato Pamela Strippoli. “Vi chiedo perdono. Niente vi ridarà più vostro figlio, ma io farò qualsiasi cosa possa aiutarvi. Vi chiedo perdono, e a Dio. Avrei dovuto morire io. Ho il cuore in pezzi, ma so che è nulla rispetto a quello che state provando voi. Odiarmi è il minimo”.
Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli