test
sabato, Giugno 15, 2024

Torino, ai funerali di Alberto Balocca parla la figlia Dileta: “Abbiamo avuto la fortuna di essere parte della tua esistenza e di averti avuto come padre, fratello e collega”

“Abbiamo avuto la fortuna di essere parte della tua esistenza e di averti avuto come padre, fratello, collega: la persona migliore che potessimo incontrare”. Sono le toccanti parole lette da Diletta, la figlia 20enne, di Alberto Balocco, l’imprenditore ucciso da un fulmine, con un amico, durante un’escursione in mountain bike sulle montagne nel Torinese. In migliaia hanno partecipato martedì ai suoi funerali. “La fortuna è il sentimento che proviamo adesso, nonostante tutto. Resti il nostro motore, ovunque guardiamo vediamo te. Ci hai dato tutto e sei il nostro orgoglio. Tocca a noi ora dimostrati che possiamo fare tutto quello che ci hai insegnato”, dice Diletta.
“Fortuna, perché dal primo giorno in cui ci siamo conosciuti, non hai fatto altro che essere la nostra forza e motivazione, insegnandoci a stringere i denti davanti alle difficoltà, ad essere determinati e testardi come te, che non mollavi mai, nemmeno di un centimetro”.
La 20enne ricorda le qualità del padre. “Fortuna, perché ci hai amati con tutto il tuo essere e non hai mai perso nemmeno un’occasione per dimostrarcelo. Perché tutti gli abbracci che ci hai dato, tutti i baci della buonanotte, le mani che ci stringevi accompagnandoci a scuola, le telefonate mentre tornavi a piedi dal lavoro, ogni tuo gesto era veramente pieno di amore”.
E infine l’ultimo drammatico ricordo della giovane: “Fortuna, perché ci hai insegnato a vivere. A non perdere nemmeno un’occasione per stare insieme, per ridere, per viaggiare, per imparare. Sei il nostro motore, ci hai spinti a fare cose per le quali ti siamo infinitamente grati”. E poi, ha proseguito la figlia dell’imprenditore scomparso, “è proprio difficile ricordarti senza quel tuo sorriso. Il sorriso che ha fatto innamorare la nostra mamma, e dopo di lei, noi tre. Grazie per tutte le volte che ce lo hai rivolto, perché per noi era carburante, e ci porterà lontano, te lo promettiamo. Ci hai dato tutto, sei il nostro orgoglio e punto di riferimento. Ora sei il nostro mito. E tocca a tutti noi dimostrarti che abbiamo imparato ogni cosa che ci hai insegnato. Ti amiamo follemente. Ti ameremo sempre”.
Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli