martedì, Febbraio 27, 2024

Alessandro Chiocchetti è stato nominato segretario generale del Parlamento europeo

Alessandro Chiocchetti è stato nominato segretario generale del Parlamento europeo dal Bureau, a larga maggioranza. Lo ha annunciato l’Aula ieri a tarda sera. Chiocchetti prenderà il posto di Klaus Welle all’inizio dell’anno prossimo. Il sostituto di Welle, che andrà in pensione, è stato scelto in una rosa di quattro candidati, dopo un processo di selezione. Dopo 26 anni, dal prossimo primo gennaio, un italiano tornerà a occupare la poltrona non politica più importante del Parlamento europeo, l’unica istituzione continentale eletta direttamente dai cittadini. Alessandro Chiocchetti ha raccolto un’ampia maggioranza dei voti espressi dall’ufficio di presidenza dell’Europarlamento. Attuale capo di gabinetto della presidente Roberta Metsola, Chiocchetti assumerà l’incarico all’inizio dell’anno prossimo prendendo il posto del dimissionario Klaus Welle, il funzionario tedesco nominato segretario generale il 15 marzo del 2009. Nato a Moena, in provincia di Trento, il 4 novembre del 1968, Chiocchetti si è laureato in Scienze politiche all’Università di Padova. Al Parlamento europeo il nuovo segretario generale è approdato dapprima come assistente nel biennio ‘95-‘96. Diventato funzionario nel 2004, dopo aver superato il concorso europeo, ha poi assunto una serie di incarichi che lo hanno portato, dal 2007, ad essere membro di gabinetto di due segretari generali e poi a occuparsi di questioni legislative guidando un’apposita unità del Pe. Fino al 2017, quando è diventato vice capo di gabinetto dell’allora presidente Antonio Tajani.

 

Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli