domenica, Dicembre 3, 2023

Ostia, controlli dei carabinieri negli stabilimenti balneari: tre denuncia e altrettanti sanzioni

E’ di tre denunce e sanzioni a tre stabilimenti balneari per violazioni di diverso tipo per un totale di euro 7.200 il bilancio dell’operazione dei Carabinieri della Compagnia di Roma Ostia che, con il supporto dei colleghi del Raggruppamento Aeromobili di Pratica di Mare, del N.I.L. di Roma e di unità cinofila di Santa Maria di Galeria, hanno svolto un servizio straordinario di controllo del territorio.
In particolare, Carabinieri della Stazione di Acilia hanno deferito in stato di libertà un 68enne per ricettazione poiché trovato in possesso di una mountain bike di valore, denunciata rubata lo scorso 21 maggio. La bicicletta è stata restituita al legittimo proprietario. I Carabinieri della Stazione di Roma Ponte Galeria hanno deferito in stato di libertà un 50enne per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente in quanto trovato in possesso di 4 piante di canapa indiana di circa 70 cm, poi sequestrate; i carabinieri della Stazione di Ostia hanno deferito in stato di libertà un 23enne per il reato di porto abusivo di armi o oggetti atti ad offendere: controllato a bordo dell’auto è stato trovato in possesso di una mazza in legno, un tubo di acciaio, una forbice di grosse dimensioni e una lama per “cutter”. Materiale sottoposto a sequestro. Inoltre, nell’ambito delle attività di verifica sul rispetto delle norme su lavoro e igienico-sanitarie, i Carabinieri della Stazione di Ostia, con il supporto specialistico dei colleghi del N.I.L. e del N.A.S. di Roma, hanno controllato 4 stabilimenti balneari, accertando le seguenti violazioni: inadeguata etichettatura per la tracciabilità dei prodotti alimentari, carenze igienico strutturali su cui sono in corso accertamenti sul possesso dei titoli autorizzativi, presenza del distributore del ghiaccio in luogo non idoneo, installazione di un sistema di videosorveglianza senza la preventiva autorizzazione, inadeguatezze relative al locale spogliatoio e l’omessa esibizione del documento valutazione rischi. Sono state elevate sanzioni amministrative per un totale di euro 7.200.
Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli