test
lunedì, Giugno 17, 2024

La Cina sta per invadere l’Europa: nel 2025 la quota di auto elettriche prodotte a Pechino e circolanti in Europa sarà del 18%

La Cina sta per invadere l’Europa. Nel 2025 la quota di auto elettriche prodotte a Pechino e circolanti in Europa sarà del 18%. Ovvero tra tre anni una vettura a batteria ogni cinque arriverà dal paese del Dragone. Una previsione superiore a qualsiasi stima finora fatta. Comunque dieci anni prima rispetto alla scadenza del 2035 quando avverrà il passaggio dal motore tradizionale alle batterie. Stando a quanto riportato in un recente studio della società di analisi britannica PricewaterhouseCoopers (Pwc) nel 2025 potrebbero essere importate in Europa fino a 800.000 autovetture di fabbricazione cinese, la maggior parte delle quali elettriche. Secondo il rapporto, questa tendenza trasformerebbe l’Europa in un importatore di automobili, con un surplus di importazioni, nel 2025 di oltre 221.000 veicoli. La colpa è di una transizione lenta delle case automobilistiche europee. Mentre in Cina il mercato elettrico è in ascesa con target più forti. Delle potenziali 800.000 auto costruite in Cina, circa 330.000 sarebbero realizzate da case automobilistiche occidentali come Tesla, BMW,  Renault, Polestar e tutti quelli che attualmente esportano dalla Cina veicoli elettrici in Europa. Secondo il rapporto PwC le case automobilistiche europee hanno ancora problemi di approvvigionamento, per questo si stanno concentrando sulla costruzione di veicoli elettrici più costosi e con volumi inferiori. Al contrario i produttori cinesi, avendo ottimizzato i loro modelli per il mercato locale, ora si stanno focalizzando sull’Europa, proponendo diversi modelli a prezzi accessibili. Nella prima metà del 2022 il 5% delle auto che si attaccano alla spina vendute in Europa era di un brand cinese, contro lo 0,4% di tutto il 2019. Quest’anno in Europa saranno venduti circa 200.000 veicoli di marchi cinesi, di cui circa 90.000 completamente elettrici, 40.000 ibridi plug-in e il resto con trasmissioni convenzionali. Allo stesso tempo, i marchi occidentali esporteranno in Europa circa 100.000 veicoli full-electric prodotti negli stabilimenti cinesi. Nei primi sette mesi dell’anno i principali produttori cinesi di EV sono risultati essere MG (Gruppo SAIC) e Polestar (Gruppo Geely), con altri marchi come Nio e XPeng.
Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli