domenica, Giugno 4, 2023

Sulla risoluzione “Russia Stato terrorista” arriva il via libera del Parlamento europeo.

Sulla risoluzione “Russia Stato terrorista” arriva il via libera del Parlamento europeo. Il testo è passato con 494 voti favorevoli, 58 contrari e 44 astenuti: viene dunque riconosciuto che Mosca è “sponsor del terrorismo”. Si dissociano i pentastellati, che hanno deciso di astenersi diffondendo una nota in cui scrivono che “in Ucraina è il momento di alzare i toni della pace mentre la risoluzione messa ai voti porta nell’opposta direzione”. Il testo di Strasburgo – Nel testo passato a Strasburgo si sottolinea che gli attacchi e le atrocità intenzionali delle forze russe, la distruzione delle infrastrutture civili e altre gravi violazioni del diritto internazionale e umanitario sono atti di terrore e crimini di guerra.
Zelensky: “Bene il Parlamento Ue, la Russia va isolata”
“Accolgo con favore la decisione del Parlamento europeo di riconoscere la Russia come Stato sponsor del terrorismo e come Stato che  utilizza metodi terroristici – commenta su Telegram il presidente Volodymyr Zelensky -. La Russia deve essere isolata a tutti i livelli e ritenuta responsabile per porre fine alla sua politica terroristica di lunga data in Ucraina e in tutto il mondo”.
Presidenza ucraina: dopo il Parlamento Ue i missili russi
Il capo dell’ufficio presidenziale ucraino Andriy Yermak ha dichiarato che la Russia ha lanciato missili subito dopo che il Parlamento europeo l’ha riconosciuta come uno stato sponsor del terrorismo e ha commentato, secondo quanto riporta Unian: “I terroristi confermano immediatamente di essere terroristi: lanciano missili”.
Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli