martedì, Aprile 23, 2024

Covid, parla il professore Vaia (Spallanzani): “Avanti nell’acquisizione di sempre maggiori spazi di libertà e socialità”

“La meta è veramente vicina e i passi da compiere non sono certo quelli cinesi, retrivi e controproducenti, ma quelli che appartengono ormai alla nostra peculiarità: avanti nell’acquisizione di sempre maggiori spazi di libertà e socialità”. Lo scrive sui social network Francesco Vaia, direttore dello Spallanzani, a proposito della gestione in Cina dei casi di contagio da coronavirus e della numerose manifestazioni di dissenso in tutto il Paese contro la politica ‘zero Covid’. “Avanti, con giudizio, ma avanti – insiste -, confidando in noi stessi, nella nostra responsabilità e nella innovazione. Mai più indietro”. Proprio in Cina, infatti, il numero di nuovi contagi da coronavirus ha superato il suo record per il quinto giorno consecutivo: la Commissione nazionale per la salute ha riferito che ieri sono stati rilevati 40.347 casi di cui 36.525 (90,5%) sono asintomatici. Tra i 3.822 casi sintomatici, la stragrande maggioranza (3.748) è stata trasmessa localmente entro i confini del Paese, con particolare incidenza in aree come Guangzhou (sud-est, 1.347 infezioni), Pechino (840) o Chongqing (centro, 238). Numerose proteste si sono svolte in molte città del Paese: la censura insabbia le manifestazioni. Due arresti a Shangai, tra questi il reporter della Bbc Ed Lawrence, “perché non si è identificato come giornalista”. Lo ha detto il portavoce del ministero degli Esteri cinese Zhao Lijian. Il Regno Unito replica: “Inaccettabile”.
Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli