asyabahisgo1.com www.dumanbetyenigiris.com pinbahisgo1.com sekabet-giris2.com www.olabahisgo.com www.maltcasino-giris.com www.faffbet.net betforward1.org www.1xbet-farsi3.com www.betforward.mobi www.1xbet-adres.com 1xbet4iran.com romabet1.com www.yasbet2.net 1xirani.com romabet.top
lunedì, Maggio 27, 2024

Francesco Ghirelli si è dimesso da presidente della Lega Pro

Francesco Ghirelli si è dimesso da presidente della Lega Pro. Lo ha annunciato lo stesso Ghirelli in una nota. “Ho aspettato di consegnare le dimissioni da presidente di Lega Pro, esse saranno operative da domani. Avevo la cena degli auguri con voi, donne e uomini della Lega Pro, con voi che siete la forza della Lega Pro e volevo partecipare” spiega. “Che avessi deciso di dimettermi un secondo dopo l’esito della votazione in Assemblea – ricorda Ghirelli – è contenuto nel comunicato stampa: ‘Va preso atto del voto, senza se e senza ma, la proposta è stata respinta. Nessun commento da parte mia come è doveroso nel gioco democratico’. D’altra parte ognuno di noi ha una sua tracciabilità, me ne andai da un giorno all’altro da Presidente della Giunta Regionale dell’Umbria, dal Consiglio Regionale e dalla politica. Ero giovanissimo, anche allora pronunciai la frase di Eduardo De Filippo, ‘Adda passà ‘a nuttata’. Allora la pronunciai nel significato che nel tempo aveva assunto e cioè quello di chi non voglia cambiare. Purtroppo avevo ragione e la crisi della politica lo dimostrò, ahimè, ampiamente. Nel dibattito in Assemblea di Lega Pro, l’ho pronunciata con il significato originario che c’è in ‘Napoli milionaria’, la celebre commedia del maestro Eduardo De Filippo”, le parole di Ghirelli. La frase “è un monito di ottimismo” e – spiega – “non è un caso che io questa frase l’abbia pronunciata durante la relazione in assemblea di Lega Pro. L’ho fatto dopo aver ricordato il Rapporto 2022, pubblicato dal Censis, sull’Italia. Il Rapporto sulla situazione sociale definisce ‘L’Italia malinconica’, il 90% vive nella tristezza e la voglia di restare passivi, sa di subire ingiustizie e non reagisce”. “Ho spinto a dare, con il fare la riforma del format, anche un segnale al Paese, in senso diametralmente opposto alla negatività, ad investire per cambiare trend, per passare da una situazione certa, negativa ad una sfida per tornare a sorridere e produrre risorse”, aggiunge Ghirelli.   “La Serie C – sottolinea – è un campionato bellissimo, pieno di storia, emozione. Ha un’urgenza a cui dover dare una risposta, indicare un progetto forte di sostenibilità economica e di ripresa di contatto con i giovani. Se non lo fa, sarà esposta ad incursioni, ad essere rinsecchita come una riserva indiana”.
Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli