lunedì, Ottobre 2, 2023

Tutto il mondo si mobilita per gli aiuti alla Turchia devastata dal terremoto di stanotte

“Piena solidarietà con il popolo della Turchia e della Siria dopo il terribile terremoto di questa mattina. Ci uniamo al dolore delle famiglie delle vittime. Il sostegno dell’Europa è già in arrivo e siamo pronti a continuare ad aiutare in ogni modo possibile”. A scriverlo, su Twitter, è stata la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen dopo l’annuncio della partenza per la Turchia di una prima squadra di soccorritori romeni e olandesi. L’Ue è pronta ad aiutare Turchia e Siria, assicurano anche il presidente del Consiglio europeo Charles Michel e l’Alto rappresentante Ue per la politica estera Josep Borrell. “Un terremoto devastante ha scosso la Turchia e la Siria questa mattina, causando la morte di centinaia di persone e il ferimento di molte altre. I nostri pensieri sono rivolti alle popolazioni della Turchia e della Siria. L’Ue è pronta ad aiutare”, scrive su twitter Borrell. E Michel: “Sono profondamente rattristato dalle notizie del devastante terremoto che ha colpito parti della Turchia e della Siria. Esprimo le mie più sentite condoglianze alle numerose famiglie che hanno perso la vita e auguro una rapida guarigione ai feriti. L’Ue è pienamente solidale con voi”. L’Europa “sta con i popoli di Turchia e Siria in questo momento di difficoltà”, dice via social la presidente del Parlamento Europeo Roberta Metsola. “I miei pensieri vanno alle persone uccise, alle persone intrappolate” sotto le macerie, “ai feriti e a tutti i soccorritori, che fanno il massimo per salvare vite”. Anche il presidente del Ppe e del gruppo parlamentare popolare Manfred Weber ha espresso le sue “più sentite condoglianze” alle “famiglie delle vittime e a tutte le persone colpite. L’Europa aiuterà in ogni modo possibile”. Per la capogruppo dei Socialisti e Democratici Iratxe Garcia Perez “siamo tutti profondamente rattristati dal devastante terremoto in Turchia e Siria, che ha provocato centinaia di vittime”.
USA – Gli Stati Uniti sono “profondamente preoccupati per il terremoto distruttivo” che ha colpito Siria e Turchia e sono pronti a fornire tutta la necessaria assistenza”, fa sapere in una nota il consigliere per la Sicurezza nazionale della Casa Bianca, Jack Sullivan, secondo cui il presidente Joe Biden ha dato istruzioni all’agenzia per gli aiuti Usaid e agli altri partner del governo federale per valutare la risposta degli Stati Uniti per aiutare quanti sono più colpiti.
NATO – “Piena solidarietà al nostro alleato Turchia dopo il terribile terremoto. Sono in contatto con il presidente turco Recep Tayyip Erdogan e con il ministro degli Esteri Mevlut Cavusoglu. Gli alleati della Nato stanno mobilitando il loro sostegno”. Lo scrive su twitter il segretario generale dell’Alleanza atlantica Jens Stoltenberg.
UCRAINA – Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskiy assicura che il suo Paese è pronto a fornire ogni aiuto all'”amichevole” popolo turco in seguito al terremoto della notte. Su twitter Zelensky, nel dirsi “scioccato” per le notizie sul sisma, porge le proprie condoglianze al presidente turco Recep Tayyip e alla famiglie delle vittime: “Siamo vicini in questo momento all’amichevole popolo turco e pronti a fornire ogni necessaria assistenza”. Sin dall’inizio della guerra in Ucraina la Turchia ha svolto un importante ruolo di mediazione tra Mosca e Kiev.
RUSSIA – Anche il presidente russo Vladimir Putin ha inviato un telegramma al presidente turco Recep Tayyip Erdogan e al presidente siriano Bashar Assad per esprimere loro le condoglianza per le vittime del terremoto che ha colpito i due Paesi nella notte. “Condividiamo la tristezza e il dolore di coloro che hanno perso i loro parenti e amici, speriamo in una pronta guarigione di tutte le vittime e siamo pronti a fornire l’assistenza necessaria”, scrive Putin, secondo quanto riferito dalle agenzie di stampa russe.
Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli