test
venerdì, Giugno 14, 2024

Il social TikTok a rischio anche per tutti i dipendenti pubblici in Italia. Il ministro Zangrillo: “Decisione a breve”

Tik Tok, la bufera potrebbe sbarcare anche in Italia. Dopo che nei giorni scorsi Commissione e Consiglio Ue hanno vietato l’uso dell’App cinese ai dipendenti per ragioni di cybersicurezza, ora le ripercussioni potrebbero arrivare nel nostro Paese. Secondo quanto riportato da Repubblica, infatti, il ministro della Pubblica amministrazione Paolo Zangrillo sta pensando di imporre il blocco di TikTok su tutti gli smartphone e i tablet dei dipendenti statali. “Il tema è all’attenzione da qualche giorno” ha dichiarato il ministro.
“Su questo argomento si sta già impegnando il Copasir, ma è evidente che il mio ministero, avendo 3,2 milioni di dipendenti, è fortemente coinvolto – ha dichiarato Zangrillo – Le opzioni possono essere di muoversi come si è mossa la Commissione europea o eventualmente assumere una decisione diversa. È una scelta che non posso compiere in solitaria, mi devo confrontare con le altre istituzioni e insieme concorderemo una linea”. Un vertice determinante per prendere la decisione potrebbe essere organizzato già nei prossimi giorni. “L’argomento è arrivato all’ordine del giorno da poco. La prossima settimana dovremo confrontarci e cercare di arrivare a una sintesi. Prenderemo una decisione in fretta. Ora – ha aggiunto Zangrillo – dobbiamo comprendere bene quale è effettivamente la profondità dei rischi legati alla sicurezza nazionale”.
TikTok, un successo mondiale
Il grande successo di TikTok si deve alla sua funzione principale, quella cioè di creare brevi video sincronizzati, potendo aggiungere filtri ed effetti unici editandoli direttamente in piattaforma. Ciò permette di creare clip divertenti e originali utilizzando la propria creatività. TikTok non è soltanto un social media, ma si avvicina molto ai social network come Facebook e Instagram perché permette agli iscritti di costruirsi un seguito, avere persone con cui interagire, essere apprezzati. Per utilizzare TikTok bisogna scaricare l’applicazione dallo store del proprio smartphone e tutto ciò che viene pubblicato è visibile a chiunque, fatta eccezione per gli under 16, i cui account sono automaticamente privati.
Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli