mercoledì, Febbraio 21, 2024

Prezzo del petrolio in salita dopo il taglio deciso dall’Opec: +6% in Asia, Brent +4,7%

Prezzo del petrolio in salita dopo che i principali produttori dell’Opec, guidati dall’Arabia Saudita, hanno annunciato un taglio a sorpresa di oltre un milione di barili al giorno. Sui mercati asiatici il greggio aumenta dal 6%, mentre il Brent segna +4,7%  83,6 dollari e Wti a 79,1 dollari dopo il taglio alla produzione deciso dall’Opec. Borse asiatiche in ordine sparso e future su Wall Street e sulle Borse europee in leggero calo in scia alla decisione dell’Opec, una mossa che rischia di complicare i piani delle banche centrali nella lotta all’inflazione. Il petrolio sale dunque di oltre 4 punti percentuali, anche se ritraccia dai massimi toccati: il Wti, che era balzato fino a 81,69 dollari (+8%), avanza del 4,6% a 79,15 dollari, mentre il Brent, salito fino a 86,44 dollari (+8,2%), scambia a 83,6 (+4,6%). Tra le prime conseguenze il contratto della West Texas intermediate è balzato del 5,74% a 80,01 dollari al barile. Il nuovo taglio alla produzione si aggiunge alla riduzione già annunciata lo scorso ottobre, che ha fatto infuriare l’amministrazione Biden.

Articoli correlati

Ultimi articoli