test
lunedì, Giugno 24, 2024

La premier Meloni ai funerali di Andrea Augello

Giorgia Meloni ha aggiunto: “Saremo degni dei sacrifici che quella generazione ha fatto per consentirci di vivere questo tempo, delle aspettative che aveva e dei progetti che non ha potuto realizzare e che ora forse sono alla nostra portata. Ci saremo come ci sei stato tu, Andrea, per noi. E quando penseremo a te, useremo le stesse parole che hai usato per tuo fratello Tony, c’era una volta mio fratello”.

Il ricordo della premier

Visibilmente commossa, la premier ha ripercorso il suo rapporto col senatore FdI, ricordando il momento in cui Augello le comunicò di essere malato: “Ricordo quando Andrea mi disse del suo male. Mi aveva chiesto un appuntamento e io ero certa che lui volesse parlarmi della scadenza elettorale. Gli dico ‘Dimmi Andrea, ho venti minuti’, lui mi guarda e senza muovere un muscolo mi dice ‘sto morendo’. Mi spiega cosa stava succedendo e io non riesco a dire nulla. Poi mi guarda e dice ‘Non fare così, Giorgia, pensa a me che in 20 minuti devo dirti che sto morendo. Andrea era così”. La presidente del Consiglio ha poi proseguito: “Non è una cosa facile quella che Andrea ha voluto che facessi qui stamattina”, spiegando che “è infatti difficile parlare al funerale di un uomo che avrebbe detestato essere compatito. Quello che Andrea non sopportava, con il progredire della malattia – ha osservato ancora la leader FdI – era di non poter fisicamente camminare a testa alta, non poter combattere in prima linea come aveva sempre fatto, perchè Andrea era un uomo coraggioso, capace, e spavaldo. Era implacabile come avversario, era un uomo dalle mille sfaccettature, capace di umanità straordinaria. Sapeva ridere di tutto, Andrea” ha detto ancora la premier. Alla fine della cerimonia religiosa, un lungo applauso ha salutato il feretro del senatore di Fratelli d’Italia. La bara era avvolta nel tricolore e coperta da rose rosse. A salutarlo pubblicamente, la moglie Roberta Angelilli, vicepresidente della Regione Lazio, che ha ringraziato più volte tutti i presenti, tra cui l’esponente del Pd, e storico amico di Augello, Goffredo Bettini.  La premier Meloni era seduta in prima fila accanto al presidente del Senato, Ignazio La Russa. Tra i tanti presenti in chiesa, nomi storici della destra italiana (Francesco Storace e Gianni Alemanno) ed esponenti del governo: il ministro per gli Affari europei, Raffaele Fitto, il responsabile dello Sport, Andrea Abodi, la ministra per la Famiglia, Eugenia Roccella, la sottosegretaria alla Difesa, Isabella Rauti. Presenti anche il governatore del Lazio, Francesco Rocca, e il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, oltre a numerosi parlamentari come Pier Ferdinando Casini, Fabio Rampelli, Maurizio Gasparri.

Articoli correlati

Ultimi articoli