test
lunedì, Giugno 24, 2024

Gran Bretagna: domani è il gran giorno dell’incoronazione di Carlo III

Tutto pronto a Londra per l’incoronazione di Re Carlo III, prevista per domani, 6 maggio 2023, presso l’Abbazia di Westminster, una cerimonia formale e religiosa antica più di mille anni, con un alto valore simbolico e politico di proiezione dell’immagine della monarchia e della Gran Bretagna. Durante la cerimonia, che dovrebbe iniziare alle 11:00, il Re sarà incoronato insieme a Camilla, la Regina Consorte. Ecco cosa sappiamo del programma, nome in codice ‘Operazione Golden Orb’. La giornata comincerà con la processione reale da Buckingham palace fino all’Abbazia di Westminster, dove la cerimonia inizierà alle 11 (mezzogiorno in Italia). Il pubblico potrà posizionarsi fin dalle sei del mattino lungo il percorso che attraversa il Mall, Trafalgar square, e prosegue poi per Whitehall e Parliament street. Carlo ha scelto una processione più ridotta rispetta a quella dell’incoronazione della madre nel 1953, con solo 200 militari, in gran parte della Sovrana scorta della cavalleria reale. Ma nell’insieme l’evento coinvolgerà 6mila uomini delle forze armate, nella maggiore operazione cerimoniale militare degli ultimi 70 anni. La processione del re partirà da Buckingham Palace attraverso il Centre Gate e procederà lungo The Mall, passando per Admiralty Arch e a sud dell’isola di re Carlo I. Poi virando a destra costeggerà Whitehall e Parliament Street, con il palazzo di Westminster. Infine, costeggerà i lati est e sud del palazzo del Parlamento e arriverà all’Abbazia di Westminster. Interrompendo una tradizione lunga secoli Carlo III e Camilla viaggeranno da Buckingham Palace all’Abbazia di Westminster nella carrozza del Giubileo di Diamante, la Diamond Jubilee State Coach. Utilizzando invece la tradizionale, ma molto più scomoda, Gold State Coach, solo per il viaggio di ritorno.
Creata per la Regina Elisabetta II per commemorare il 60° anniversario del regno di Sua Maestà nel 2012, la Diamond Jubilee State Coach ha sempre e solo trasportato la Sovrana, occasionalmente accompagnata dal consorte o da un Capo di Stato in visita. Si tratta di una carrozza più moderna e confortevole, dotata di aria condizionata e finestrini elettrici. A trainarla saranno sei Windsor Grey, i cavalli grigi tradizionalmente utilizzati dalla royal family per le parate ufficiali. La carrozza è sormontata da una corona dorata scolpita nella quercia prelevata dai legni della HMS Victory, la nave ammiraglia di Nelson nella battaglia di Trafalgar. L’interno è intarsiato con campioni di legni, metalli e altri materiali provenienti da edifici e luoghi collegati in qualche modo collegati al Regno Unito e alla sua storia: le residenze reali (Buckingham Palace, Kensington Palace, il Castello di Windsor, il Palazzo di Holyroodhouse), ma anche le cattedrali come quella di St Paul’s e l’abbazia di Westminster; e navi storiche, come la Mary Rose. Dal figlio ribelle Harry ad ospiti istituzionali come il presidente francese Emanuel Macron e quello italiano Sergio Mattarella fino alla first lady americana Jill Biden, gli invitati alla cerimonia nell’abbazia di Westminster sono circa 2mila, e comprendono anche volontari di associazioni della società civile. Non si conoscono tutti i nomi e vi è attesa per sapere se vi saranno anche celebrità del mondo della cultura e dello spettacolo. Saranno presenti l’erede al trono William con la moglie Kate, la sorella del re, Anna, e i fratelli Andrea ed Edoardo. Andrea sarà solo, senza Sarah Ferguson, che non è invitata in quanto ex moglie. Molti occhi saranno puntati su Harry, il principe ribelle che arriverà dalla California lasciando a casa la moglie Meghan e i due bambini. Si prevede che sarà seduto indietro rispetto al resto della famiglia, che incontrerà per la prima volta dall’uscita del libro di memorie ‘Spare’, non certo gradito a Buckingham palace. Eccetto i figli di Harry, saranno presenti tutti i nipotini del re, così come probabilmente i figli dei suoi fratelli. Il principino George, secondo in linea di successione, sarà inoltre uno dei paggetti della cerimonia, assieme ai nipoti di Camilla, Gus, Louis, Freddy e Arthur.

Articoli correlati

Ultimi articoli