test
sabato, Giugno 15, 2024

Attentato scrittore russo Prilepin, ferito in esplosione sua auto: è grave

E’ rimasto ferito nell’esplosione della sua auto lo scrittore nazionalista russo Zakhar Prilepin, mentre il suo autista è morto come riporta la Tass. La bomba era stata messa nel suo veicolo vicino alla città russa di Nizhni Novgorod. Le condizioni di Prilepin sarebbero gravi. Secondo quanto si legge sul sito di Kommersant è possibile un suo trasferimento in elicottero a Mosca. Un sospetto è stato arrestato nella regione di Nizhny Novgorod per l’attentato allo scrittore nazionalista russo Zachar Prilepin. Lo ha reso noto il ministero dell’Interno di Mosca, citato dai media russi, senza fornire ulteriori dettagli. Il comitato investigativo russo, intanto, ha aperto un’inchiesta criminale sull’esplosione dell’auto a bordo della quale si trovava Prilepin. “Il sospetto, secondo i testimoni, era stato visto nella zona del villaggio di Pionerski” ha detto Irina Volk, rappresentante del ministero dell’Interno russo citata dalla agenzie di Mosca. Secondo il sito russo Rbc, Prilepin a bordo di un’Audi Q7 stava rientrando a Mosca dai territori delle ‘Repubbliche popolari di Luhansk e Donetsk’, quando si è fermato per pranzare nella regione di Nizhny Novgorod. I sospetti avrebbero seguito la sua auto, collocando la bomba sotto il cofano, mentre lo scrittore si era allontanato. Lo scrittore nazionalista russo Zakhar Prilepin, ferito oggi in un attentato nella regione di Nizny Novogord, a gennaio si era arruolato nella Guardia Nazionale. Lo aveva reso noto il suo ufficio stampa, secondo cui Prilepin era già sul campo in Ucraina “per svolgere missioni di combattimento”. Deciso sostenitore dell’invasione della guerra, Prilepin, nato nel 1974 a Nizi Novgorod, aveva già combattuto in Cecenia nei ranghi dell’Omon, l’unità antiterrorismo della polizia russa. Proprio per il suo passato nell’Omon, è entrato nella Guardia nazionale, aveva reso noto il suo ufficio stampa, aggiungendo che Prilepin aveva già organizzato “missioni umanitarie” nei territori occupati. In passato era stato consigliere della repubblica separatista di Donetsk. Secondo il Comitato investigativo russo Zachar Prilepin è rimasto vittima di “un attacco terroristico”. “E’ stato avviato un procedimento penale ai sensi dell’articolo 205 del Codice penale della Federazione Russa (“Atto terroristico”)” per l’esplosione di una bomba sotto l’auto dello scrittore nazionalista russo, che è rimasto ferito” sottolinea il Comitato investigativo. Lo scrittore nazionalista russo Zakhar Prilepin, ferito oggi in un attentato nella regione di Nizny Novogord, a gennaio si era arruolato nella Guardia Nazionale. Lo aveva reso noto il suo ufficio stampa, secondo cui Prilepin era già sul campo in Ucraina “per svolgere missioni di combattimento”. Deciso sostenitore dell’invasione della guerra, Prilepin, nato nel 1974 a Nizi Novgorod, aveva già combattuto in Cecenia nei ranghi dell’Omon, l’unità antiterrorismo della polizia russa. Proprio per il suo passato nell’Omon, è entrato nella Guardia nazionale, aveva reso noto il suo ufficio stampa, aggiungendo che Prilepin aveva già organizzato “missioni umanitarie” nei territori occupati. In passato era stato consigliere della repubblica separatista di Donetsk. Secondo il Comitato investigativo russo Zachar Prilepin è rimasto vittima di “un attacco terroristico”. “E’ stato avviato un procedimento penale ai sensi dell’articolo 205 del Codice penale della Federazione Russa (“Atto terroristico”)” per l’esplosione di una bomba sotto l’auto dello scrittore nazionalista russo, che è rimasto ferito” sottolinea il Comitato investigativo.

Articoli correlati

Ultimi articoli