lunedì, Maggio 20, 2024

Amministrative 2023, parla Schlein: “Soddisfatti. Pd in salute, ottimismo per ballottaggi”

“Siamo molto soddisfatti dell’esito del primo turno, guardiamo con ottimismo al secondo turno. Il Pd è il primo partito in tutti i capoluoghi in cui si è votato. Abbiamo vinto a Brescia, dove ci sarà la prima sindaca donna, e a Teramo, con una coalizione allargata anche al M5S”. Così la segretaria del Partito democratico Elly Schlein, oggi al Nazareno. “Il Pd – sottolinea – è in ottima salute, questo ci dà slancio. Siamo pronti a prendere la rincorsa verso i ballottaggi”. “Siamo il primo partito in quasi tutti i comuni capoluogo. A Brescia abbiamo vinto con un’alleanza con i moderati, a Teramo con un’alleanza con M5S”, fa notare quindi la segretaria dem, che continua: “È una bella notizia che ci sarà il ballottaggio anche a Pisa, come a Massa e Siena e poi Vicenza, Brindisi, Ancona. Sarò al fianco di tutti i candidati. Ho girato in questi mesi e continuerò a farlo. Il Pd – afferma – deve continuare a essere sui territori e ad amministrare bene”. “Noi – aggiunge – vogliamo allargare e rendere più espansive le nostre candidature. C’è la nostra piena disponibilità a incrociarci anche con i leader delle altre forze. Noi ci siamo”, replica quindi Schlein a chi le chiede se ci saranno iniziative elettorali con Giuseppe Conte per i ballottaggi. Possibili iniziative con tutti leader insieme delle forze politiche che saranno insieme ai ballottaggi? “Questo dovete chiederlo a loro. Noi ci siamo”, ribadisce. “Io – aggiunge – nella campagna elettorale ovunque sono andata, ho portato gli stessi temi ed è sui temi che si trova l’intesa con le forze politiche alternative alla destra. Il Pd lavora nel modo più unitario possibile”. Meglio il Terzo polo o il M5S? “Non è che siamo in uno scenario in cui a noi sta di esprimere delle preferenze. A noi sta di fare un lavoro serio. La mia preferenza è netta: quella di costruire un’alternativa solida alle destre. Questo è successo anche seguendo strade diverse, ma c’è una costante: l’affidabilità del Pd. Noi non neghiamo le differenze che ci sono tra di noi, ma ci sono possibilità di unità nelle battaglia”, replica la numero uno dem. “M5S? Non diamo per scontato niente, tutto si realizza in modo concreto. Ci sono comuni dove siamo andati insieme al primo turno e questo ci ha dato forza, ci sono comuni dove questo non è stato possibile e io credo che ora dobbiamo fare tutto il possibile perché questo avvenga”. Così il responsabile Enti Locali Pd, Davide Baruffi, oggi al Nazareno. “Effetto Schlein? Non so se ci sia stato, sicuramente non c’è stato l’effetto Meloni”, aggiunge Baruffi, che continua: “Credo che tutte le partite che abbiamo davanti siano aperte. In Toscana andiamo al ballottaggio nelle tre città e ce la giochiamo. Sarà così anche ad Ancona, il potenziale espansivo della nostra candidata è superiore a quella del centrodestra. Si giocherà all’ultimo voto anche quella sfida”.

Articoli correlati

Ultimi articoli