test
giovedì, Giugno 20, 2024

Maxxi, Francesco Stocchi è il nuovo direttore artistico del museo

Francesco Stocchi, classe 1975, è il nuovo Direttore artistico del Maxxi: entrerà in carica il 1 settembre. Stocchi lascia l’incarico di Curatore per l’arte moderna e contemporanea al Museo Boijmans Van Beuningen di Rotterdam, che ha ricoperto per 12 anni. E proprio dal Museo olandese arrivano i ringraziamenti e le congratulazioni per il nuovo incarico che gli è stato conferito da Alessandro Giuli, presidente della Fondazione Maxxi, acquisito il parere favorevole del Consiglio di Amministrazione. La selezione è stata effettuata a livello internazionale a chiamata su curricula ed è stata affidata a uno dei maggiori gruppi specializzati nella ricerca e selezione di professionisti di alto profilo che, al termine della propria ricerca, ha individuato una rosa finale di otto candidati provenienti dalle più importanti istituzioni culturali in Italia e all’estero.
Francesco Stocchi è stato scelto per la sua esperienza ricca di progetti eterogenei e dal respiro internazionale. Avrà il compito di progettare l’offerta culturale del Museo nazionale delle arti del XXI secolo, punto di riferimento per la creatività contemporanea in Italia e nel mondo. Francesco Stocchi è stato dal 2012 curatore di arte moderna e contemporanea presso al Van Beuningen di Rotterdam, dove ha progettato mostre tematiche che vanno dallo storico, come Brancusi-Rosso-Man Ray Framing Sculpture, Minimal Myth o Richard Serra Drawings, allo sperimentale come Le Mirroir Vivant di Alex da Corte.
È stato co-curatore, con il compositore Alexandre Babel, del padiglione svizzero di Latifa Echakhch alla 59a Biennale di Venezia e, nel 2021, parte del team curatoriale della 34a Biennale di San Paolo.
Attivo anche sulla scena nazionale, è stato responsabile del programma espositivo della Fondazione Memmo di Roma e della Fondazione Carriero di Milano, dove ha organizzato numerose mostre monografiche di artisti contemporanei. Recentemente, ha curato l’ampia monografica dedicata a Leandro Erlich a Palazzo Reale di Milano, e a Roma, alla Galleria Borghese, la mostra Gesti Universali, di Giuseppe Penone. 

Articoli correlati

Ultimi articoli