lunedì, Aprile 15, 2024

Chi era Rossella Nappini, l’infermiera uccisa a coltellate a Monte Mario

Due figli, un lavoro come infermiera e una vita normale. È Rossella Nappini la vittima dell’ennesimo femminicidio: lunedì è stata uccisa nell’androne di un palazzo di Monte Mario con diverse coltellate, soprattutto all’addome. La polizia sta cercando di mettere insieme tutti gli elementi e non è escluso che ad ore l’omicidio possa trovare una svolta. Sotto choc parenti e amici di Rossella che da poco – qualche mese – viveva lì dove ha trovato la morte, in via Allievo 61, un tranquillo condominio in zona Monte Mario. A riferirlo è l’amministratore del palazzo che spiega come la scelta fosse legata alla volontà di stare vicino alla madre 80enne. Lì, a poca distanza, il suo posto di lavoro il San Filippo Neri. Vi lavorava come infermiera, apprezzata e conosciuta da tutti. Negli anni si era fatta conoscere anche per la forza con cui aveva difeso quell’ospedale e i posti di lavoro di tutti, arrivando – era il 2012 – ad inviare una lettera appello al Vaticano per scongiurare il ridimensionamento della struttura. E ci era riuscita.  Impegnata, ma non sopra le righe. Solare, ma non eccessiva. Rossella Nappini viene da tutti descritta come la classica donna per bene, tutta casa e lavoro. Nella stagione del Covid era stata impegnata in prima linea, spingendosi sui social in animate discussioni per l’utilizzo della mascherina e per non sottovalutare la pandemia.  Quattro anni fa, in occasione del suo compleanno, aveva creato su Facebook, una raccolta fondi per “Casa delle donne per non subire violenza” di Bologna. “Per il mio compleanno quest’anno, sto chiedendo donazioni per Casa delle donne per non subire violenza onlus”, aveva scritto la donna nel 2018. “Ho scelto questa organizzazione no profit perché il suo obiettivo è molto importante per me e spero che prenderai in considerazione la possibilità di offrire un contributo per festeggiare con me. Ogni piccola donazione mi aiuterà a raggiungere il mio obiettivo”.

Articoli correlati

Ultimi articoli