martedì, Aprile 23, 2024

Baby gang, Piantedosi: “Non solo repressione, serve il recupero del minore”

Il ministro dell’Interno, Matteo Piantedosi, torna a parlare della violenza giovanile. “Oggi ci sono giovani che impugnano le armi e le usano per motivi futili, senza alcun rispetto per la vita altrui”, ricorda annunciando che “il governo è al lavoro per varare al più presto un pacchetto di misure per garantire più sicurezza nelle nostre città”. “Il confronto nell’esecutivo – sottolinea il ministro – è sull’introdurre norme più efficaci sul piano sia della prevenzione che della repressione, coniugando appieno l’assoluta esigenza del recupero del minore”. “L’operazione di polizia non può essere l’unico strumento di intervento, ma bisogna offrire nuove e migliori opportunità ai giovani del territorio”, servono “risposte sul piano sociale, educativo, culturale, delle infrastrutture sportive”, spiega il ministro in un’intervista a Il Messaggero commentando il blitz di Caivano”. “È stato predisposto un aumento del 20% dei carabinieri in servizio presso la compagnia di Caivano”, riporta il ministro. Rinforzi – ha annunciato – sono previsti anche ad Afragola (polizia) e Frattamaggiore (Guardia di Finanza). Altra priorità del governo è il contrasto alle occupazioni abusive”. Ecco perché Piantedosi ha “inviato a tutti i prefetti una direttiva chiara su tutte le nuove occupazioni per intervenire immediatamente con lo sgombero”. 

Articoli correlati

Ultimi articoli