lunedì, Aprile 15, 2024

L’Aquila, alla scrittrice Donatella Di Pietrantonio restituito il libretto universitario dall’archivio crollato nel terremoto del 2009

“Ho ricevuto un regalo commovente: una copia molto simile al vero del mio libretto universitario, recuperato nell’archivio di Palazzo Carli, ancora inagibile, dopo il terremoto del 2009”. Così la scrittrice abruzzese Donatella Di Pietrantonio, vincitrice nel 2017 del premio Campiello con “L’Arminuta”, ha raccontato via Instagram quanto accaduto a L’Aquila, durante il “Graduation Day 2023” dell’Università, dove era ospite d’onore per la speciale cerimonia di consegne delle pergamene. La stessa Di Pietrantonio si è laureata in Odontoiatria a L’Aquila nel 1986. La giornata della Di Pietrantonio a L’Aquila La pioggia non ha fermato il “Graduation Day”, la cerimonia che ha coinvolto 350 laureati, anche degli anni accademici 2019/2020, 2020/2021, 2021/2022. Un lungo corteo ha attraversato le strade dell’Aquila da palazzo Camponeschi, sede del Rettorato a piazza san Basilio, là dove c’è la sede del Dipartimento di Scienze Umane.
In testa la scrittrice abruzzese Donatella Di Pietrantonio, anche lei laureata all’ateneo aquilano, insieme al rettore Edoardo Alesse. “Siamo felici – ha detto quest’ultimo – di ripristinare questo momento celebrativo. Una prima edizione c’era stata nel 2019, poi il lungo stop dovuto alle restrizioni imposte durante la pandemia. Quella di oggi, la seconda edizione, è stata una ripartenza. Il Graduation Day vuole essere la celebrazione pubblica di un percorso impegnativo che sancisce il passaggio dalla condizione di studentesse e studenti a quella di persone in procinto di fare il loro ingresso attivo nel mondo del lavoro, con il proprio bagaglio di esperienze, di valori e di professionalità”.
“Invitata a parlare ai laureati per il Graduation day, – ha poi aggiunto la Di Pietrantonio su Instagram – ho ricevuto un regalo commovente: una copia molto simile al vero del mio libretto universitario, recuperato nell’archivio di Palazzo Carli, ancora inagibile. Grazie al rettore Edoardo Alesse, al direttore Pietro Di Benedetto e alla straordinaria squadra che ha tenuto in piedi la mia università nonostante il terremoto. L’Aquila sta diventando una città bellissima, riabitiamola”.

Articoli correlati

Ultimi articoli