lunedì, Aprile 15, 2024

Phase out, la vicepresidente della Regione Angelilli: “Massimo sostegno al territorio”

CIVITAVECCHIA – «Abbiamo deciso in modo unitario di far convocare al sindaco un tavolo locale per potere elaborare un documento di sintesi condiviso e unitario sulle priorità da sottoporre a quello nazionale». È quanto sottolineato dal vicepresidente della Regione Lazio Roberta Angelilli all’indomani del tavolo che si è riunito giovedì, su iniziativa della stessa Angelilli, presso l’autorità portuale di Civitavecchia sul futuro della centrale Enel, al quale hanno partecipato tutte le parti sociali e datoriali, le imprese, il sindaco Ernesto Tedesco, l’assessore al Bilancio e alle Partecipate, Francesco Serpa e il presidente della Autorità di sistema Portuale Pino Musolino. «Il sottosegretario Fausta Bergamotto, che ringrazio per la sua grande disponibilità – ha aggiunto Angelilli – ha già assicurato nei giorni scorsi la convocazione in tempi brevi del tavolo nazionale sul futuro delle centrali Enel in Puglia e nel Lazio. A tal proposito le chiederò di prevedere in sede MIMIT di fissare una riunione ad hoc dedicata a Civitavecchia, proprio per mettere a fuoco in modo specifico le criticità. E soprattutto di elaborare un piano di sviluppo del territorio con una prospettiva a lungo termine. Auspico di avere con Enel un confronto autorevole, con proposte unitarie e concrete, anche in vista del piano industriale che dovrà essere presentato nei prossimi mesi. La Regione Lazio – ha concluso – darà il massimo sostegno al territorio, alle istituzioni e alle aziende di Civitavecchia». 

Articoli correlati

Ultimi articoli