lunedì, Aprile 15, 2024

Sabato blu, 14 ottobre Giornata del camminare

Il 14 ottobre prossimo sarà il “Sabato Blu” la giornata dedicata al cammino urbano, istituita con l’approvazione da parte della giunta capitolina di una Memoria presentata dall’Assessora all’Agricoltura, Ambiente e ciclo dei rifiuti Sabrina Alfonsi, con cui Roma Capitale aderisce alla manifestazione promossa da FederTrek, la “XI Giornata nazionale del camminare”. Il Sabato Blu è stato pensato come evento di città per incentivare le azioni volte al miglioramento della qualità dell’aria e promuovere la mobilità sostenibile, per riscoprire la città e favorire la socialità. Con questo obiettivo sono stati individuati, grazie alla collaborazione con FederTrek, 15 percorsi guidati di trekking urbano, uno per ogni municipio, che possono essere consultati e a cui si può aderire attraverso il sito www.sabatoblu.roma.it 

Per ogni itinerario è disponibile una mappa con il tracciato e le caratteristiche del percorso, incluso il calcolo delle emissioni di CO2 risparmiate rinunciando all’uso di veicoli a motore. “Abbiamo voluto istituire il Sabato Blu in collaborazione con FederTrek, aderendo alla Giornata nazionale del camminare, con l’obiettivo di promuovere un evento di partecipazione collettiva e di sensibilizzazione sull’importanza che i nostri comportamenti hanno per il miglioramento delle qualità ambientali della città e per la riduzione delle emissioni degli inquinanti atmosferici. Camminare significa anche riappropriarsi della città, un’attività a impatto zero che ha ricadute positive sulla salute e che si integra con le azioni volte a promuovere la mobilità sostenibile” dichiara l’Assessora Sabrina Alfonsi. “Siamo grati della collaborazione con Roma Capitale in una Giornata nazionale del camminare in cui poniamo al centro il semplice gesto del camminare e tutti i valori con cui viene declinato. Mai come in città, la mobilità a piedi contribuisce a migliorare la qualità dell’aria e riduce l’immissione di inquinanti nell’atmosfera risparmiando le emissioni di uno stesso percorso fatto in auto. I percorsi pedonali possono e devono diventare veri e propri sentieri urbani, che permettano di raggiungere punti di interesse come ospedali, scuole, biblioteche e uffici comunali con modalità alternative alla mobilità automobilistica”, dichiara il Presidente Nazionale di FederTrek Alessandro Piazzi.

Articoli correlati

Ultimi articoli