sabato, Aprile 20, 2024

Treviso, ruba due pacchetti di caramelle: rinviato a giudizio dopo un anno e mezzo di indagini

Un 50enne di Treviso è stato rinviato a giudizio per aver rubato nel 2022, in un supermercato, due pacchetti di caramelle del valore di 5,06 euro. Quella che già a una prima lettura sembra una vicenda assurda, è in realtà molto più complessa. Si tratta di uno dei cosiddetti reati bagattellieri. Reati considerati minori, di poco conto, che però intasano procure già in forte affanno, come quella di Treviso, afflitta da una carenza di personale pari a oltre il 30%. La situazione è seria a tal punto che i dipendenti avevano lanciato un appello al ministro della Giustizia, Carlo Nordio, affinché procedesse con un “piano straordinario di assunzioni, che tenga conto del reale fabbisogno di personale in una realtà così importante, sotto il profilo sociale ed economico, come Treviso”.

Il presunto ladro

Tornando alla vicenda, il furto è avvenuto nel luglio del 2022 e il presunto ladro è la stessa persona accusata dei roghi contro un ristorante della città e del tentato incendio contro l’abitazione del proprietario di un’altra osteria. Ma soprattutto accusato di una tentata violenza sessuale nei confronti di una 32enne, alla quale avrebbe rivolto pesanti apprezzamenti per poi rubarle la bicicletta. Si tratta di un uomo di 50 anni con problemi psichiatrici sul quale pendono anche altre accuse: un processo per detenzione di armi da fuoco e proiettili (scoperti nel suo garage) più altri tre fascicoli ancora in fase di indagine: uno per resistenza, uno per la ricettazione di una bicicletta al centro di salute mentale e infine, per la violazione dell’obbligo di non avvicinamento a un locale. 

Le indagini e l’arresto

L’uomo, seguito dal centro di igiene mentale di Treviso, in quel periodo aveva smesso di prendere i farmaci che gli erano stati prescritti. “Mi davano reflusso e bruciore di stomaco, il mio medico di base era in ferie” aveva detto. E così era tornato nel vortice della malattia mentale. L’assunzione di farmaci gli ha fatto guadagnare la capacità di stare a processo ma nel 2022, all’epoca dei reati sarebbe stato totalmente incapace di intendere e volere. O almeno, questo è ciò che la difesa intende dimostrare. Pochi giorni prima di essere arrestato per molestie ai danni della giovane, l’uomo era entrato in un supermercato dove aveva pagato regolarmente tutti gli acquisti, eccetto i due pacchetti di caramelle che aveva nascosto sotto la camicia. Si era lasciato perquisire dagli addetti alla sicurezza che avevano quindi potuto recuperare la refurtiva. Per un furto di caramelle, il cui bottino equivale a poco più di 5 euro, ora rischia il processo. Il suo avvocato difensore ha fatto sapere che richiederà una nuova perizia psichiatrica.

Articoli correlati

Ultimi articoli