sabato, Febbraio 24, 2024

Israele accetta di designare ampie “safe zone” a Gaza

Prosegue la guerra in Medioriente. Israele avrebbe accettato di designare ampie “safe zone” a Gaza. Ma Netanyahu sabato sera ha avvisato i terroristi: “Continuiamo a combattere per distruggere Hamas. Non è una guerra lampo, andremo fino in fondo e vinceremo. Avanti fino al raggiungimento degli obiettivi”. Il premier israeliano ha ricordato anche gli storici accordi di Oslo (che portarono alla nascita dell’Anp): “Fu un errore, l’Anp non può controllare Gaza”. Macron: “Se Israele ha questo obiettivo, rischia dieci anni di guerra”. Intanto, l’esercito di Tel Aviv ha ripreso le operazioni di attacco su Gaza, dopo aver accusato gli estremisti di aver sparato vari razzi dalla Striscia e di non aver liberato tutte le donne ostaggio, come previsto invece dagli accordi. Hamas diffonde un nuovo bilancio delle ultime vittime: “A Gaza City almeno 300 palestinesi uccisi. Basta ostaggi liberi senza il cessate il fuoco definitivo”. Tornano le proteste davanti alla casa del premier Netanyahu: sei gli arresti. Tregua tra Israele e Hamas: sono saltati i negoziati e Israele ha richiamato i suoi emissari dal Qatar.

Articoli correlati

Ultimi articoli