sabato, Febbraio 24, 2024

Giunta Lazio: ok al bilancio di previsione, 18 miliardi per il 2024

La Giunta regionale del Lazio ha approvato il bilancio di previsione finanziario 2024-2026 e la proposta di legge di stabilita’ 2024. Il bilancio e’ stato presentato oggi dal presidente della Regione Francesco Rocca e dall’assessore Giancarlo Righini. Il bilancio di previsione finanziario della Regione Lazio 2024-2026, che si compone di 7 articoli e 23 allegati, ammonta per il triennio a quasi 55 miliardi di euro: al netto delle poste tecniche e delle partite finanziarie a oltre 18 miliardi di euro per l’anno 2024 dei quali circa 3 miliardi e 200 milioni di euro a libera destinazione.  Dei 18 miliardi di euro per il prossimo anno, 12 sono per la sanità, circa un miliardo, comprese risorse aggiuntive, per il trasporto pubblico locale. Il presidente della giunta Rocca e l’assessore Righini ne illustrano i contenuti ricordando da una parte che per la prima volta da decenni non si ricorrerà a debito e dall’altra che, in quella che chiamano operazione di trasparenza, come chiesto dalla corte dei conti, il debito complessivo della regione è definito punto per punti: 22 miliardi 190 milioni. Un debito che la giunta punta a ridurre. 
Quanto alle tasse, nella legge di stabilità per il 2024 viene istituito, con 100 milioni di dotazione,  il fondo per la riduzione della pressione fiscale. Nei prossimi mesi dunque ci sarà una nuova articolazione delle addizionali irpef e sostegni per famiglie e imprese.
Altri provvedimenti: un riordino dei consorzi di bonifica  il commissariamento del consorzio unico industriale. Quanto alla sanità, Rocca ricorda l’attenzione della procura della corte dei conti sulle aziende sanitarie. I conti devono essere a posto. Spazi per altro dice, non ce ne sono Infine, 800 mila euro per i prossimi due anni serviranno a sostenere il convitto del centro di formazione professionale di amatrice.  il presidente della commissione bilancio Bertucci prevede otto sedute in commissione bilancio. Abbiamo ridato centralità al consiglio, dice il presidente Aurigemma. Il 19 dicembre inizia la discussione in aula.

Articoli correlati

Ultimi articoli