sabato, Febbraio 24, 2024

Salario Minimo, Meloni: “Sindacati dovrebbero essere più coerenti”. “Non vedo scontri tra politica e toghe”

Giorgia Meloni attacca opposizioni e sindacati sul salario minimo. “M5s e Pd ci dicono che è l’unica cosa da fare in Italia, ma in 10 anni che sono stati al governo non gli è mai venuto in mente di farlo”, ha detto intervistata su Rtl 102.5. “Alcuni sindacati – ha aggiunto – vanno in piazza per il salario minimo e poi accettano contratti da poco più di 5 euro l’ora: bisognerebbe essere un po’ più coerenti”.

Magistrati, “nessuno scontro: pochi vanno oltre il loro ruolo”

Meloni affronta anche il nodo sullo scontro con i magistrati e dice: “Non vedo alcuno scontro fra politica e magistratura, non potrebbe venire da me, persona di destra con grande rispetto per chi serve lo Stato. Poi in Italia c’è una piccola, piccolissima ma rumorosa parte della magistratura che per ragioni ideologiche ritiene di fare altro rispetto al suo ruolo, disapplicando provvedimenti di un governo che non condivide. Mi ha colpito ancor di più l’Anm: dice che la riforma costituzionale voluta dal governo è un attacco alla magistratura, che non viene neanche toccata, e addirittura una deriva antidemocratica”. 

Accordo con l’Albania “utile e innovativo

“In merito all’accordo con l’Albania sui migranti, il premier lo giudica “innovativo, utile” e spiega che può “rappresentare un precedente che si può fare in molte nazioni nel pieno rispetto del diritto internazionale. Non so perché la sinistra lo contesti così, forse perché sperano che non riusciamo a risolvere il problema, cosa che noi contiamo di fare in una realtà in cui ci confrontiamo con flussi senza precedenti”. 

Articoli correlati

Ultimi articoli