test
lunedì, Giugno 17, 2024

Boom di imprese a Roma

La vitalità del tessuto imprenditoriale di Roma è una realtà consolidata. L’ultima conferma arriva dal report Movimprese (Infocamere/Unioncamere) relativo al 2023. Le imprese, nuove iscritte ai registri camerali, sono 26763, quelle cessate 18134. Il segno positivo per 8629 unità ingrossa un esercito di imprese di varia forma giuridica per 444687 ragioni sociali. In pratica un residente su dieci non reputa un salto nel buio creare ricchezza. E la fiducia non è stata intaccata da guerre in corso o tassi di interesse in rialzo. Il territorio capitolino ha un tasso di crescita (+1,91%) quasi triplo rispetto al dato nazionale (+0.7%) facendo anche meglio della media regionale (+1,59%). Le altre province corrono di meno e si spiega così questo piccolo paradosso. Roma ha un saldo migliore di Milano, la capitale economica del paese, per 639 imprese tra nate e defunte ma il Lazio segue in analoga classifica la Lombardia, staccata di 1081 aziende. Lorenzo Tagliavanti, presidente della Camera di Commercio di Roma, indica nell’edilizia e nel turismo i due pilastri della crescita. “Le ingenti risorse del Pnrr, insieme a quelle stanziate per il Giubileo del 2025 – sottolinea Tagliavanti – rappresentano un’imperdibile opportunità per rigenerare le infrastrutture della nostra città, rilanciarne l’immagine a livello internazionale e avviare un percorso di crescita strutturale. Non possiamo permetterci di fallire”.

Articoli correlati

Ultimi articoli