domenica, Aprile 14, 2024

Meloni in Canada: “Rapporti con Mattarella ottimi, qualcuno vuole creare crepe”

Dal Canada Giorgia Meloni è intervenuta sulle presunte tensioni con Sergio Mattarella. “I miei rapporti con il presidente della Repubblica sono ottimi, c’è un tentativo di creare una crepa fra Palazzo Chigi e il Quirinale per schermare la contrarietà alla riforma del premierato”, ha dichiarato il presidente del Consiglio. “Se qualcuno pensa che la mia dichiarazione fosse riferita a Mattarella significherebbe che Mattarella ha tolto il sostegno alle forze dell’ordine, ma non è così e io non mi riferivo al Capo dello Stato, ce l’avevo con la sinistra”. “Ce l’avevo con la sinistra sempre capace di criticare quando le cose vanno male, ma mai capace di difendere le forze dell’ordine”, ha proseguito la leader di Fratelli d’Italia durante un punto stampa a Toronto, a chi gli domandava se si riferisse al presidente della Repubblica nella sua dichiarazione sulle pericolo di “togliere il sostegno delle istituzioni a chi ogni giorno rischia la sua incolumità per garantire la nostra”. Per il premier, Mattarella è “una figura di garanzia. Non si può utilizzare l’autorevolezza del Capo dello Stato per fare una campagna contro il premierato e per un interesse di partito. È una mancanza di rispetto nei confronti del presidente della Repubblica”. Meloni ha poi espresso anche solidarietà e stima per il presidente della Repubblica. “Chi è serio sa benissimo che ho fatto una riforma che volutamente non tocca i poteri del Capo dello Stato, perché so che il presidente Mattarella è un’istituzione unificante”, ha sottolineato Meloni. “I poteri restano fermi e immutati. Il gioco mi è chiarissimo: si sta cercando di mettere in piedi uno scontro con il presidente della Repubblica perché la sinistra non sa come spiegare che non vuole che i cittadini scelgano da chi farsi rappresentare”. Il premier è poi intervenuto anche sulle elezioni regionali in Sardegna. “Aspettiamo il riconteggio e poi vediamo cosa fare. Mi pare che si stia assottigliando lo scarto, le cose sono andate meno peggio di come sembrava”. È stato annullato il ricevimento organizzato da Justin Trudeau in onore di Giorgia Meloni a Toronto. Lo ha comunicato personalmente, a quanto si apprende, lo stesso primo ministro canadese al premier. Una decisione legata a motivi di sicurezza, per la manifestazione pro-Palestina radunata davanti alla Art Gallery of Ontario.

Articoli correlati

Ultimi articoli