lunedì, Aprile 15, 2024

Civitavecchia Express, i Pendolari: “Bene i treni Rock, male costi e orari”

“Da ieri e fino al primo novembre, il servizio a tariffa dedicata “per crocieristi ma non solo” riparte: alle 8.57 (le 9.07 dal 24 aprile) da Civitavecchia con arrivo a San Pietro alle 9.47 (poi alle10.00) ed a Ostiense alle 9.57 (poi 10.10) e da Ostiense alle 16.30 e San Pietro alle 16.43 con arrivo a Civitavecchia alle 17.20. Il treno a Civitavecchia partirà dal binario tronco, nell’idea di consentire un migliore incarrozzamento ai passeggeri già muniti di biglietto. Infatti, nel 2019, alla loro istituzione, quando la Regione, dopo che negli anni precedente erano state tentate senza successo altre soluzioni al problema del forte afflusso in certi orari di persone con grandi quantità di bagagli, ci aveva chiesto un parere in merito, lo avevamo dato positivo, alle condizioni che si trattasse, come previsto originariamente, di treni a mercato (cioè non sovvenzionati dalla Regione nel Contratto di servizio e quindi che non riducessero i fondi del vero servizio universale), e che gli orari non intralciassero quelli dei treni normali. Ambedue queste richieste sono andate disattese, e la nostra contrarietà si è acuita nel corso degli anni visto che questi treni viaggiano molto spesso praticamente vuoti e che l’orario del treno di ritorno influenza pesantemente la circolazione dei regionali previsti in quella fascia oraria. L’unica mezza buona novità vera è che è stata in parte accolta una richiesta che abbiamo avanzato da anni, ossia quella di istituire una categoria per questo servizio diversa da quella di “Regionale Veloce”, che provocava una confusione infinita tra i passeggeri in attesa soprattutto a San Pietro; l’istituzione della categoria “Regionale Civitavecchia Express” con logo ad hoc dovrebbe ridurre questo problema… anche se la presenza di un adiacente “Regionale Veloce Etruschi line” che è il normale regionale per Pisa accessibile a tariffa ordinaria, continua a non aiutare minimamente i passeggeri a capire quali treni possono o quali non possono prendere, causando ulteriori ritardi in partenza quando non salate multe… Così come del tutto inascoltata continua ad essere la nostra richiesta che anche su questi treni sia possibile utilizzare la Carta Tutto Treno… vediamo se quest’anno almeno ci si riesca ad accordare con le compagnie di navigazione per riempirne qualcuno in più, di questi treni!

Articoli correlati

Ultimi articoli