lunedì, Aprile 15, 2024

Rispettare il piano: un vantaggio

«Rispettare il piano antenne rappresenterebbe un vantaggio strategico per le compagnie telefoniche, consentendo loro di acquisire rapidamente una posizione dominante sul territorio». È uno dei punti chiave emerso durante la manifestazione dello scorso sabato a Cerveteri promossa da comitati e semplici cittadini per chiedere lo stop all’installazione “selvaggia” di impianti di telefonia sul territorio e il rispetto del piano antenne approvato all’unanimità dal consiglio comunale etrusco. Il membro del direttivo del Comitato Uniti per la Difesa del Territorio, Giovanni Tardani torna a puntare i riflettori sull’importanza per i gestori telefonici di adeguarsi e soprattutto di rispettare il documento siglato dal Comune. «Seguire le linee guida stabilite dal Comune – ha spiegato – garantirebbe alle compagnie una maggiore efficacia nella scelta dei siti di installazione, minimizzando e ottimizzando la copertura ma anche abbattendo i costi». Inoltre, «conformarsi al piano antenne potrebbe favorire una migliore immagine aziendale, considerando l’importanza crescente dell’etica nel mondo degli affari».

Articoli correlati

Ultimi articoli