domenica, Aprile 21, 2024

Civita Castellana, “Non erano rifiuti abbandonati e stavo già preparando lo smaltimento”

”Erano sotto gli occhi di tutti e non è vero che fossero abbandonati perché tutti i giorni andavo sul posto”. Il proprietario del terreno, in cui la guardia di finanza ha sequestrato centinaia di elettrodomestici dismessi, dà la sua versione dei fatti rispetto a quanto accaduto, respingendo il dolo. ”Chi mi conosce – dice – sa che non l’ho fatto a fin di male visto che lì andavo a passare le belle giornate all’aperto. Poi è venuto l’inverno e non frequentando più quel terreno, si sono ammucchiati più apparecchi del solito”. A tal proposito il proprietario ricorda che lo hanno chiamato ”i carabinieri forestali per dirmi che avevo esagerato un po’ e così mi davano un tempo prestabilito per togliere le cose”. Secondo quanto racconta, una mattina mentre preparava il carico per lo  smaltimento, si è presentata una pattuglia della guardia di finanza – quattro persone in borghese – che gli ha sequestrato tutto. ”Ho detto dei carabinieri della forestale – aggiunge – ma loro non ne hanno voluto sapere e con il sequestro mi hanno fatto bloccare tutto per un altro mese. Ecco come sono realmente andate le cose”. Per il proprietario non si è trattato dunque di nessuna ”scoperta clamorosa” perchè tutto ”è alla luce del sole davanti a tutti coloro che passano”. Il proprietario del terreno respinge anche il fatto che si tratterebbe di rifiuti abbandonati: ”andavo periodicamente almeno una volta al giorno nel terreno – dice – e come si può ben vedere nelle foto, gli elettrodomestici erano tutti precisamente ordinati”.

Articoli correlati

Ultimi articoli