domenica, Maggio 19, 2024

Tragedia al lago di Nemi: un quattordicenne è morto durante una gita

Un pomeriggio tra amici e una gita al lago che finisce in tragedia. Fabrizio, originario di Genzano e residente ad Ariccia, 14 anni, muore davanti agli occhi dei suoi compagni mentre percorre un sentiero in un’area boschiva tra Genzano e Nemi. Da quanto ricostruito, si era arrampicato tentando di raggiungere il punto più alto dello stradello sterrato quando il ramo a cui si era aggrappato ha ceduto. Il ragazzino è precipitato per una quarantina di metri. Gli amici hanno allertato i soccorsi ma non c’è stato nulla da fare. Il suo corpo è stato trasferito all’ospedale dei Castelli Romani. I carabinieri hanno ascoltato i compagni che erano con lui. Voleva raggiungere i punto più alto del sentiero. Tuto è successo in pochi secondi. “Lo abbiamo visto precipitare nel vuoto abbiamo provato a chiamarlo. Ma non rispondeva e abbiamo capito che era successa una tragedia”. Il dolore straziante dei familiari per la scomparsa improvvisa di un ragazzo di 14 anni che frequentava il primo anno dell’Istituto alberghiero a Velletri ed era uscito per trascorrere un pomeriggio al lago con gli amici.

Articoli correlati

Ultimi articoli