lunedì, Maggio 20, 2024

Ardea, bimba deceduta a 7 anni: fiaccolata all’incrocio dell’incidente. “Una Tragedia evitabile”

Non si attenua il dolore di Ardea per la morte della piccola Regina Pietra, sette anni e mezzo, morta il 28 marzo in un tragico incidente stradale sulla Pontina Vecchia all’incrocio tra via Strampelli e via Pescarella. Dopo la celebrazione dei funerali di Regina, che si sono tenuti sabato scorso, 13 aprile, alla Parrocchia di S. Bonifacio a Pomezia, la comunità vuole ricordare questa vittima innocente della strada con una fiaccolata prevista per questo pomeriggio alle 18.30 che sarà anche l’occasione per chiedere alle istituzioni che quell’incrocio “maledetto” possa essere messo finalmente in sicurezza. Proprio da lì si partirà, fino ad arrivare alla chiesa Regina Pacis di via Strampelli. A organizzare la fiaccolata è il comitato di quartiere. “Regina – recita il manifesto che annuncia la fiaccolata -, hai pagato con la vita l’egoismo e l’imprudenza dell’uomo. Non vogliamo che la tua morte sia invano, non vogliamo che tu venga dimenticata, vogliamo che si prenda coscienza di quello che si poteva evitare e che si trovi una soluzione per questo maledetto incrocio. Chiunque sarebbe potuto stare al tuo posto ma Dio ha voluto l’angelo più bello”. Prosegue intanto la petizione per chiedere alla Città Metropolitana di Roma, per il tramite del sindaco di Ardea, l’installazione di un semaforo all’incrocio tra via Pontina Vecchia, via Strampelli e via Pescarella: sono già 1652 le persone che hanno firmato. “L’incrocio è notoriamente pericoloso e richiede urgentemente l’intervento delle autorità competenti”, scrive Gabriele Pezone promotore della petizione online. “Chiediamo quindi al Comune di Ardea l’installazione immediata di un semaforo in questo incrocio per garantire la sicurezza dei pedoni e degli automobilisti. La vita dei nostri figli non può essere messa a rischio a causa della mancanza di misure preventive appropriate”, conclude, appellandosi ai cittadini: “Firmate la petizione per chiedere un intervento immediato e salvare vite umane nel nostro Comune”. La petizione è su internet e basta andare al link di change.org per trovare la petizione (una delle 35 che riguardano Ardea, peraltro) e lasciare il proprio nome e cognome. Purtroppo non hanno validità legale ma sicuramente daranno il polso di quanto sia alta l’attenzione della comunità rispetto a questo tema della sicurezza stradale.

Articoli correlati

Ultimi articoli