domenica, Maggio 19, 2024

Meloni: “9,8 miliardi per 17 accordi di coesione, la priorità è ridurre i divari”

“Finora abbiamo sottoscritto 17 Accordi, siamo in dirittura d’arrivo per chiudere gli ultimi 4 che mancano (Campania, Puglia, Sicilia e Sardegna) e coprire così tutto il territorio nazionale. È un lavoro estremamente prezioso che ci ha permesso di mettere finora a disposizione dei territori la somma complessivo di 9,8 miliardi di risorse del Fondo sviluppo e coesione 2021-2027. È un pacchetto particolarmente importante, che oggi il Cipess è chiamato ad approvare e che ha movimentato circa 15 miliardi di euro attraverso risorse regionali, nazionali e private”. Così la presidente del Consiglio Giorgia Meloni alla riunione del Cipess (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica e lo Sviluppo Sostenibile). “L’Italia è una Nazione che nel tempo ha accumulato diversi divari: tra Nord e Sud, tra la costa tirrenica e quella adriatica, divari all’interno delle stesse Regioni, tra aree più interne e aree più urbanizzate e raggiunte di più da servizi e infrastrutture. Ridurre questi divari è una delle nostre priorità e la strada migliore per farlo è concentrare le risorse che abbiamo a disposizione, a partire da quelle europee legate alle politiche di coesione, su interventi strategici e di lungo periodo. Così come è fondamentale spendere quelle risorse bene, nel minor tempo possibile, evitando sprechi e inefficienze”. Lo ha detto la presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, intervenendo durante la riunione del Cipess, che si è appena conclusa a palazzo Chigi, alla presenza del sottosegretario Alessandro Morelli, in qualità di segretario del Comitato, dei ministri che lo compongono e di diversi presidenti delle Regioni.

Articoli correlati

Ultimi articoli