lunedì, Maggio 20, 2024

Opere di urbanizzazione a Colle Romito, Leoni (FI): “Il Comitato di Quartiere ha presentato un esposto

“E’ stato protocollato un esposto, il 2 maggio, dal Comitato di Quartiere di colle Romito, indirizzata a tutti i consiglieri. L’oggetto dell’esposto riguarda la condotta dell’Amministrazione Comunale riguardo la presa in carico parziale delle opere di urbanizzazione in zona di espansione nel comprensorio di Colle Romito“. E’ quanto si legge in un comunicato firmato da Eleonora Leoni, capogruppo di Forza Italia ad Ardea.“Un esposto chiaro e dettagliato con tanto di documenti allegati, per chiedere un chiarimento in merito al fatto che la zona in questione fuori la lottizzazione di Colle Romito è gravata da quota consortile e che i parchi, presi in carico al patrimonio comunale, sono gestiti dal consorzio” si legge ancora. “Prendo spunto da questo esposto per rinnovare la mia collaborazione, dato che la voce dei consorziati l’ho già portata in Consiglio. Anche se le mie mozioni sono state votate contr,o io non mi sono fermata e sto andando avanti per dare le risposte ai cittadini ma questa volta saranno gli enti superiori a chiarci tutto. Infatti preso atto della cosa, mi sono subito adoperata inviando una pec al Presidente della commissione trasparenza e garanzia Luca Vita ( Ardea Domani), al fine di chiarire e studiare insieme per dare risposte ai cittadini che tra l’altro si incontreranno in un adunanza per affrontare questi temi”. “Vorrei chiarire che, essendo a conoscenza dell’istituzione della commissione speciale consorzi alla quale è stata data vita nella passata Amministrazione, poco dopo la mia elezione chiesi al Sindaco la possibilità di darle seguito. Ovviamente mi è stata negata, come la presidenza alle consulte come la commissione anti corruzione e legalità e qualsiasi altra richiesta fatta, al fine di poter svolgere il mio lavoro di consigliere di maggioranza con degli strumenti. Ciò ovviamente – sottolinea Leoni – non ferma il mio lavoro sui consorzi ai quali ho chiesto un tavolo di lavoro con i presidenti, non ferma il mio lavoro sullo studio territoriale atto a programmare una crescita ed uno sviluppo, non ferma il mio lavoro con i cittadini e non ferma il.mio lavoro sull’abusivismo”. “Il Sindaco, probabilmente un consigliere che non alza la mano non perché vuole essere contro a questa Amministrazione ma perchè non conosce gli atti, non è gradito. Ho preso seriamente questo ruolo e, anche se ogni mio collega ha tutti gli strumenti necessari per svolgere il ruolo che gli è stato dato dai cittadini , ha deleghe territoriali o commissioni, nonché assessori di riferimento e di conseguenza conoscono in tempo reale ció che viene discusso in giunta per poi portarlo in consiglio. Io, nel mio piccolo, cerco di dare risposte anche se negate in consiglio comunale e crescere politicamente per poter un giorno dare un contributo concreto ad una città ferma” dichiara ancora Leoni. “I miei colleghi, mi invitano ad uscire dalla maggioranza, come hanno dichiarato in Consiglio. Ma io ho partecipato al progetto politico e al programma elettorale di questo gruppo candidandomi con la Lega, perchè Forza Italia chi l’aveva in mano in quel momento, non l’ha fatta presentare. Riprendo quindi un partito quasi estinto ed esco dalla Lega e faccio risorgere Forza Italia, partito da sempre nel mio cuore. Sarà mia cura essere in linea con gli altri partiti quando si renderanno conto che in maggioranza c’è anche Forza Italia e quindi devono farle sapere tutto cio in tempo reale il consigliere Leoni vota con una propria testa studiando meticolosamente ogni atto ma per farlo deve avere gli atti in mano, diverso invece per i cittadini che ogni giorno mi scrivono per condividere un problema sarò sempre presente. Io ci sono, con o senza strumenti vado avanti, ed ora aspettiamo la commissione per rispondere ai comitati che da soli lavorano contro un sistema” sottolinea. Solo per chiarire un passaggio dato che ho letto e mi è stato ribadito dai colleghi di maggioranza in consiglio comunale che non avendo votato il bilancio non posso ritenermi di maggioranza. Bhe signori io a scatola chiusa non voto nulla ma non perché non mi sono stati dati strumenti o perché non mi fido degli assessori dei dirigenti o del segretario comunale che a mio avviso è il perno di un amministrazione, ma perché io devo studiare e arrivare al voto con tutte le certezze atte per prendermi una responsabilità tanto importante per una città, Io sono il.consigliere Leoni e governo lo stesso anche senza strumenti. Io sono di maggioranza e il vostro rimane un pensiero. Voglio anzi ringraziare per il lavoro che svolgono tutti ma la realtà è che Forza Italia per scelta politica è stata messa ad un angolo. Mi congratulo con i comitati di quartiere per questa bella ed importante iniziativa”.

Articoli correlati

Ultimi articoli