lunedì, Maggio 20, 2024

Emergenza Cassino? Riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza

“Non esiste una questione Cassino”, si lascia sfuggire prima di entrare uno dei partecipanti al Comitato per l’ordine e la sicurezza, presieduto dal Prefetto Ernesto Liguori. Al tavolo i vertici di Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza, il sindaco di Cassino Salera. Il contesto: tre attentati incendiari in 48 ore che hanno fatto alzare il livello di attenzione sul fronte sicurezza. L’episodio più grave quello di giovedì notte. Un ordigno fatto scoppiare davanti a una pizzeria-trattoria in zona Colosseo. Mai ricevuto minacce, la versione dei titolari del locale. A essere invece presa di mira, la notte tra lunedì e martedì, un’abitazione tra via XX settembre e via Grosso. La stessa notte ancora fiamme, un’altra bomba, posizionata sul cofano di una macchina parcheggiata nel quartiere Colosseo. Le indagini della Squadra Mobile e della Procura vanno avanti. Non si tratterebbe di avvertimenti riconducibili alla criminalità organizzata e alla richiesta di pizzo, trapela dagli inquirenti. Si parla di piccola delinquenza. Gli ordigni sarebbero il botta e risposta tra due famiglie italiane rivali.

Articoli correlati

Ultimi articoli