test
lunedì, Giugno 17, 2024

«Rendiconto 2023, saldo di cassa in attivo per 16milioni di euro»

Un bilancio «in ottima salute», «più semplice e accessibile» ai cittadini che vogliono visionarlo e che «per la prima volta nella storia, rispetta tutti i parametri di deficitarietà previsti dal Ministero dell’Economia e delle Finanze». A presentare ai ladispolani il rendiconto della gestione dell’annualità 2023, è il sindaco Alessandro Grando. Secondo i dati forniti dal primo cittadino il 2023 si chiude «con un saldo di cassa in attivo per 16miloni di euro». Di questi, «7milioni sono fondi vincolati per progetti finanziati dal Pnrr o da altri enti», mentre la parte restante (circa 9milioni) «sono fondi comunali». «Ricordo – sottolinea Grando – che, quando siamo arrivati in amministrazione nel 2017, il saldo di cassa era negativo per 8 milioni». «Le entrate proprie ed extra tributarie passano dai 33 milioni del 2022 a 35,4 milioni nel 2023. Questo è un dato in costante crescita – spiega il sindaco – consideriamo che nel 2020 eravamo a 27 milioni. Ciò significa che i nostri uffici stanno svolgendo un grande lavoro sull’accertamento e sulla riscossione dell’ordinario». C’è poi la riscossione coattiva che ha registrato «un sensibile aumento passando dagli 865mila euro del 2022 a 1.750.000 nel 2023». «Aumenta anche il gettito dell’addizionale Irpef che, a fronte di una previsione di incasso di 2.750.000 euro, si attesta a 3,5milioni di euro». Dalle sanzioni comminate per infrazione al codice della strada sono entrati nelle casse comunali 2,9 milioni di euro. «Il nostro Ente – prosegue ancora Grando – rispetta le tempistiche di pagamento a 30 giorni imposte alle pubbliche amministrazioni. Mediamente i nostri pagamenti vengono effettuati in 19 giorni». «Per quanto riguarda i servizi a domanda individuale (scuolabus, mensa scolastica, impianti ad uso culturale e sportivo ecc.) abbiamo raggiunto il 50% di copertura dei costi, a fronte di un obbligo di legge del 36%. Ricordo che nella nostra città tutti i servizi a domanda individuale hanno le tariffe bloccate da anni, nonostante il caro prezzi generalizzato in ogni settore. Questa è stata una precisa volontà dell’amministrazione comunale per andare incontro alle necessità dei cittadini, ed in particolare delle famiglie. Per raggiungere questi risultati sono stati necessari anni di lavoro, razionalizzazione della spesa e riorganizzazione dei servizi. Parallelamente all’azione di risanamento dei conti pubblici siamo sempre riusciti a garantire tutto il supporto necessario alle categorie più fragili, a programmare investimenti per la riqualificazione urbana e ad investire fondi sullo sviluppo turistico, culturale e sportivo della nostra città. In conclusione ringrazio il responsabile della Ragioneria, dottor Renato Barbato, tutti gli uffici comunali e gli amministratori per il grande lavoro svolto, che ci ha consentito, anche quest’anno, di approvare un bilancio con i conti in ordine».

Articoli correlati

Ultimi articoli