test
sabato, Giugno 15, 2024

Messico, Claudia Sheinbaum vince le presidenziali

In Messico, secondo i dati ufficiali del conteggio rapido, sarà Claudia Sheinbaum, candidata della piattaforma progressista, il nuovo presidente. Secondo il conteggio rapido pubblicato dall’Istituto nazionale elettorale, ha ottenuto tra il 58,3% e il 60,7% dei voti. Si tratta di una procedura statistica ufficiale progettata con lo scopo di stimare l’andamento dei risultati finali delle votazioni e la percentuale di partecipazione dei cittadini. Il risultato del conteggio rapido dovrà comunque essere confermato dallo spoglio delle schede, che dovrebbe essere ultimato nella tarda giornata di lunedì. Gli avversari di Sheinbaum hanno ammesso la sconfitta. E’ una fisica, ingegnera, politica e ricercatrice messicana, capo del governo di Città del Messico dal 2018 al 2023, una posizione equivalente a quella di un governatore di stato. È stata eletta il 1º luglio 2018 come parte della coalizione Juntos Haremos Historia. È la seconda donna e la prima ebrea ad essere eletta a questa posizione a Città del Messico. Sheinbaum ha un dottorato di ricerca in ingegneria energetica ed è autrice di oltre 100 articoli e due libri sui temi dell’energia, dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile. È stata Segretaria dell’Ambiente di Città del Messico dal 2000 al 2006 durante il mandato del sindaco Andrés Manuel López Obrador ed è stata sindaca di Tlalpan dal 2015 al 2017. Ha contribuito all’Intergovernmental Panel on Climate Change, che ha ricevuto il Premio Nobel per la Pace nel 2007. Nel 2018 è stata inserita nella lista del premio 100 donne della BBC. Nel 2023 Sheinbaum viene menzionata come possibile candidata alle elezioni presidenziali del 2024. A seguito delle elezioni primarie del partito, Sheinbaum ottiene la candidatura ufficiale, gareggiando quindi alle presidenziali, al termine delle quali viene eletta.

Articoli correlati

Ultimi articoli