test
sabato, Giugno 15, 2024

Cerveteri: successo per “Spoon River” in scena nella necropoli della Banditaccia

Un pomeriggio carico di suggestione, quello che si è svolto ieri, in occasione della prima domenica del mese con ingresso gratuito nei luoghi della cultura, all’interno della Necropoli Etrusca della Banditaccia a Cerveteri, con la performance teatrale itinerante “Spoon River” tratto dal famoso romanzo “Antologia di Spoon River” di Edgar Lee Masters. L’Opera è stata messa in scena dal suo ideatore, l’attore e regista Agostino De Angelis, con l’organizzazione dell’Associazione ArcheoTheatron e di Desirée Arlotta. Emozioni e stupore sono state le sensazioni a cui ha potuto assistere il numeroso pubblico presente, che percorrendo i viali della Necropoli, in un caldo pomeriggio, ha incontrato molti dei personaggi descritti da Masters nel suo libro, sentendoli raccontare le proprie storie e i drammi. Originale e di grande impatto scenografico l’idea di far apparire gli interpreti sulla soglia delle tombe o dalla sommità dei suggestivi tumuli, che ben richiamano l’idea della collina della famosa cittadina americana. La piece itinerante è stata arricchita dagli interventi letterari e sociologici del prof. Eduardo Ciampi attraverso un parallelismo tra i temi che Masters ha fatto raccontare ai suoi personaggi e gli stessi della nostra società. Ad interpretare i personaggi molti attori e giovani attori provenienti dal territorio: Maria Pia Gallinari, Eleonora Pini, Isabella Pranzetti, Stefano Ercolani, Simona Gennaretti, Catja Cuordileone, Luisa De Antoniis, Nicole Antonangeli, Massimiliano Passerani e gli allievi del Corso di Cinema Santa Marinella di Sonia Signoracci, Riccardo Frontoni, Monia Marchi, Andrea Vella, Nerina Piras, Riccardo Dominici, Daniele Farnese, Filippo Soracco, e gli alunni della VA dell’Istituto Comprensivo Salvo D’Acquisto con la Maestra Daniela Finocchiaro, Flavio Giacomo Ciobanu, Denny Iacarelli, Emanuele Lagonegro, Anna Menichelli. Meritatissimo il prolungato ed emozionato applauso che gli interpreti hanno saputo accogliere dal pubblico presente. Uno spettacolo unico quello proposto, a cui si è piacevolmente abituati, seguendo gli eventi ideati dal regista che, con le sue originali messe in scena, insegna come si può far rivivere i luoghi, la cui esistenza si è portati spesso a considerare scontata, dimostrando come la natura e la storia possono offrire una scenografia di inestimabile valore. L’evento promosso dal Parco Archeologico Cerveteri Tarquinia con il patrocinio del Comune di Cerveteri, Assessorato alla Cultura, è inserito nella IV Edizione del progetto “Sulla Strada degli Etruschi” ideato da De Angelis che gode del patrocinio di Regione Lazio e Città Metropolitana di Roma Capitale.

Articoli correlati

Ultimi articoli