test
sabato, Giugno 15, 2024

La chat antisemita tra Piscitelli e il portavoce di Lollobrigida. Signorelli: “Mi autosospendo”

Frasi antisemite e lodi ai terroristi neri: è il contenuto di una chat tra Fabrizio Piscitelli, detto Diabolik, e Paolo Signorelli, portavoce del ministro dell’Agricoltura Francesco Lollobrigida (FdI). La notizia è riportata da Repubblica e le chat sono tratte dalla copia forense del telefonino di Piscitelli fatta nell’ambito dell’inchiesta sull’omicidio del capo ultrà, estremista di destra e trafficante di droga assassinato a Roma nell’agosto del 2019. Il portavoce di Lollobrigida si autosospende dall’incarico. “Con riferimento a quanto pubblicato su alcuni organi di stampa, tengo a precisare di non ricordare la conversazione in oggetto, che sarebbe avvenuta molti anni anni fa, e che oggi mi ha colto del tutto di sorpresa. Ritengo altresì doveroso sottolineare quanto mai distanti da me, dal mio pensiero e dal mio sentire, siano i gravi contenuti di quella conversazione. In attesa di chiarire la vicenda, ho comunicato la mia autosospensione, con effetto immediato, dall’incarico di capo ufficio stampa del ministro Lollobrigida”. Così in una nota Paolo Signorelli. La conversazione, si legge nell’articolo, copre un arco di tempo tra metà dicembre 2018 e pochi giorni prima della morte di Piscitelli. I due si erano conosciuti nell’ambiente della tifoseria laziale, riporta Repubblica. “Mica è colpa nostra se i romanisti sono ebrei”, annota Diabolik in un vocale. “Tutti ebrei”, replica Signorelli. E ancora: “Mort… loro e degli ebrei”. Il giornalista Gad Lerner è al centro di un’altra conversazione: “Quell’ebreo di Gad Lerner…”, scrive Piscitelli. E Signorelli: “Cos’ha detto quel porco?”.
C’è poi un passaggio che riguarda Elvis Demce, considerato tra i più pericolosi malavitosi della Capitale, che nel dicembre 2018 viene assolto dall’accusa di omicidio. Il portavoce di Lollobrigida scrive a Diabolik: “Ma hanno assolto Elvis? Fantastico dajee”.
Altri passaggi invece riguardano l’ideologia ‘nera’: il nonno di Signorelli, suo omonimo, ricorda il quotidiano, fu tra i fondatori di Ordine Nuovo. “Onore a loro” scrive il portavoce del ministro parlando di Valerio Fioravanti, Pierluigi Concutelli, Luigi Ciavardini e Mario Tuti. C’è anche il racconto di un matrimonio ‘pagano’: Diabolik spiega all’altro, riporta Repubblica, che “i fascisti e i nazisti sono pagani”.

Articoli correlati

Ultimi articoli