test
lunedì, Giugno 17, 2024

Decoro urbano: lo stato della città è anche il riflesso del comportamento di tanti viterbesi

Negli ultimi tempi, i cittadini di Viterbo hanno sollevato numerose lamentele riguardo alla malagestione del decoro urbano. L’immondizia accumulata per le strade e le erbacce che proliferano indisturbate sono diventate le protagoniste di una città che fatica a mantenere il suo splendore. Tuttavia, oltre a puntare il dito contro le istituzioni, è fondamentale riflettere anche sul ruolo che i cittadini stessi giocano nel mantenimento di un ambiente pulito e decoroso. Un esempio lampante di questo problema è visibile in via Domenico Corvi, una traversa di via Alessandro Volta, nel quartiere Pilastro. Proprio in prossimità dell’incrocio, qualcuno ha abbandonato una lavatrice e un forno da incasso. Il gesto incivile è stato compiuto a pochi metri di distanza dal punto di raccolta dei rifiuti ingombranti del Riello. Un comportamento del genere non solo viola le norme di smaltimento dei rifiuti, ma dimostra anche una mancanza di rispetto per l’intera comunità. Non è corretto generalizzare e accusare tutti i viterbesi di inciviltà, ma episodi come questo fanno sorgere un dubbio legittimo: lo stato attuale della città è forse il riflesso del comportamento dei suoi abitanti? Se da un lato è vero che i servizi essenziali a Viterbo non brillano per efficienza, dall’altro è innegabile che molti cittadini non sembrano avere un’adeguata consapevolezza civica e rispetto delle regole. Il decoro urbano non è solo responsabilità delle istituzioni, ma richiede la collaborazione attiva di tutti i cittadini. Solo attraverso una maggiore sensibilizzazione e un impegno condiviso possiamo sperare di vedere miglioramenti significativi. La città di Viterbo merita di più, ma questo ‘di più’ deve partire anche dai piccoli gesti quotidiani di ogni individuo.

Articoli correlati

Ultimi articoli